domenica 22 gennaio | 09:48
pubblicato il 24/giu/2013 11:30

Governo: 12 parlamentari a Letta, un ministro che si occupi di famiglia

(ASCA) - Roma, 4 giu - Dodici parlamentari chiedono al presidente del consiglio Enrico Letta visibilita' politica alla famiglia. ''Vorremmo che il presidente individuasse, fra i suoi ministri, un delegato che si occupi di famiglia in continuita' e coerenza con il dettato costituzionale'' afferma il deputato di Scelta Civica, ed ex presidente dell'associazione nazionale famiglie numerose, Mario Sberna, primo firmatario di una interrogazione a risposta orale. Con lui hanno firmato l'interrogazione i colleghi centristi Gian Luigi Gigli, Federico Fauttilli, Paola Binetti, Rocco Buttiglione, Lorenzo Cesa, gli esponenti del Pd Ernesto Preziosi, Giorgio Zanin, Angelo Senaldi, Edoardo Patriarca e quelli del Pdl Raffaello Vignali e Raffaele Calabro'.

Secondo i firmatari dell'interrogazione ''il dettato della Carta Costituzionale (articoli 29, 30, 31) non e' ancora sufficientemente applicato. I padri costituenti a suo tempo fecero una chiara opzione di valore puntando sulla famiglia come fattore fondativo della societa' e della ricostruzione''. Al governo di larghe intese ''e' offerta una opportunita' straordinaria: prendere iniziative forti e condivise a favore della famiglia. Le questioni sul tappeto sono: l'adozione del fattore famiglia, il potenziamento del patto intergenerazionale, la revisione dell'Isee, nuove forme di conciliazione tra i tempi da dedicare al lavoro e quelli da dedicare alla famiglia, il riconoscimento e la valorizzazione del servizio offerto dalle donne ai bambini, ai disabili, agli anziani, ai malati cronici''.

I parlamentari pongono anche alcune questioni pratiche: ''La presidenza del consiglio e' gia' dotata di uno specifico dipartimento, che dovrebbe occuparsi essenzialmente dell'applicazione del Piano nazionale della famiglia, approvato dopo un lungo lavoro di sintesi ed una conferenza nazionale''. Di qui la richiesta: ''se il presidente del consiglio dei ministri non ''ritenga necessario attivare una espressa attenzione alla famiglia, conferendole visibilita' politica individuando, fra i suoi ministri, un delegato che si occupi di famiglia''. com-brm/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4