domenica 04 dicembre | 21:27
pubblicato il 24/giu/2013 11:30

Governo: 12 parlamentari a Letta, un ministro che si occupi di famiglia

(ASCA) - Roma, 4 giu - Dodici parlamentari chiedono al presidente del consiglio Enrico Letta visibilita' politica alla famiglia. ''Vorremmo che il presidente individuasse, fra i suoi ministri, un delegato che si occupi di famiglia in continuita' e coerenza con il dettato costituzionale'' afferma il deputato di Scelta Civica, ed ex presidente dell'associazione nazionale famiglie numerose, Mario Sberna, primo firmatario di una interrogazione a risposta orale. Con lui hanno firmato l'interrogazione i colleghi centristi Gian Luigi Gigli, Federico Fauttilli, Paola Binetti, Rocco Buttiglione, Lorenzo Cesa, gli esponenti del Pd Ernesto Preziosi, Giorgio Zanin, Angelo Senaldi, Edoardo Patriarca e quelli del Pdl Raffaello Vignali e Raffaele Calabro'.

Secondo i firmatari dell'interrogazione ''il dettato della Carta Costituzionale (articoli 29, 30, 31) non e' ancora sufficientemente applicato. I padri costituenti a suo tempo fecero una chiara opzione di valore puntando sulla famiglia come fattore fondativo della societa' e della ricostruzione''. Al governo di larghe intese ''e' offerta una opportunita' straordinaria: prendere iniziative forti e condivise a favore della famiglia. Le questioni sul tappeto sono: l'adozione del fattore famiglia, il potenziamento del patto intergenerazionale, la revisione dell'Isee, nuove forme di conciliazione tra i tempi da dedicare al lavoro e quelli da dedicare alla famiglia, il riconoscimento e la valorizzazione del servizio offerto dalle donne ai bambini, ai disabili, agli anziani, ai malati cronici''.

I parlamentari pongono anche alcune questioni pratiche: ''La presidenza del consiglio e' gia' dotata di uno specifico dipartimento, che dovrebbe occuparsi essenzialmente dell'applicazione del Piano nazionale della famiglia, approvato dopo un lungo lavoro di sintesi ed una conferenza nazionale''. Di qui la richiesta: ''se il presidente del consiglio dei ministri non ''ritenga necessario attivare una espressa attenzione alla famiglia, conferendole visibilita' politica individuando, fra i suoi ministri, un delegato che si occupi di famiglia''. com-brm/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Viminale assicura: matite copiative sono indelebili
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari