giovedì 23 febbraio | 12:40
pubblicato il 25/lug/2013 12:00

Gmg/ Oggi visita a Favela di Rio, entra nel vivo incontro giovani

Ieri sera l'incontro all'osepdale per recupero tossicodipendenti

Gmg/ Oggi visita a Favela di Rio, entra nel vivo incontro giovani

Roma, 25 lug. (askanews) - Entra nel vivo la Giornata mondiale della gioventù (Gmg) di Rio de Janeiro, oggi, con Papa Francesco che, in una città particolarmente piovosa, riceverà dapprima le chiavi della città e poi incontrerà i fedeli. Tra un evento e l'altro, l'attesa visita alla favela di Varginha. Il programma odierno prevede che Jorge Mario Bergoglio celebri messa privata nella residenza privata di Sumaré alle 7.30 (le 12.30 a Roma). Alle 9.45 (14.45 ora italiana) è prevista la consegna delle chiavi della città al Papa e la benedizione delle bandiere olimpiche nel Palazzo della Città a Rio de Janeiro. Alle 11, Papa Francesco, si immergerà in una realtà di disagio sociale, rappresentata dalla Comunità di Varginha, una vasta baraccopoli 'bonificata' da un programma di recupero governativo. Poi, alle 18 (le 23 in Italia), sullo sfondo del celeberrimo colpo d'occhio del litorale di Copacabana si accenderà la festa di accoglienza riservata dai giovani della Gmg al Papa. Nella serata di ieri, Bergoglio, di ritorno dal santuario mariano di Aparecida, ha visitato che l'ospedale San Francesco d'Assisi di Rio de Janeiro per il recupero dei tossicodipendenti. "Abbiamo tutti bisogno di imparare ad abbracciare chi è nel bisogno, come san Francesco", ha detto il Papa in un discorso dai toni forti. "Ci sono tante situazioni in Brasile, nel mondo, che chiedono attenzione, cura, amore, come la lotta contro la dipendenza chimica. Spesso, invece, nelle nostre società ciò che prevale è l'egoismo". "Quanti "mercanti di morte" che seguono la logica del potere e del denaro ad ogni costo! La piaga del narcotraffico, che favorisce la violenza e semina dolore e morte, richiede un atto di coraggio di tutta la società. Non è con la liberalizzazione dell'uso delle droghe, come si sta discutendo in varie parti dell'America Latina, che si potrà ridurre la diffusione e l'influenza della dipendenza chimica. E' necessario affrontare i problemi che sono alla base del loro uso, promuovendo una maggiore giustizia, educando i giovani ai valori che costruiscono la vita comune, accompagnando chi è in difficoltà e donando speranza nel futuro. Abbiamo tutti bisogno di guardare l'altro con gli occhi di amore di Cristo, imparare ad abbracciare chi è nel bisogno, per esprimere vicinanza, affetto, amore. Ma abbracciare non è sufficiente. Tendiamo la mano a chi è in difficoltà, a chi è caduto nel buio della dipendenza, magari senza sapere come, e diciamogli: Puoi rialzarti, puoi risalire, è faticoso, ma è possibile se tu lo vuoi. Cari amici, vorrei dire a ciascuno di voi, ma soprattutto a tanti altri che non hanno avuto il coraggio di intraprendere il vostro cammino: Sei protagonista della salita; questa è la condizione indispensabile! Troverai la mano tesa di chi ti vuole aiutare, ma nessuno può fare la salita al tuo posto. Ma non siete mai soli!". (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Nestlé eliminerà 18.000 tonn. di zucchero da prodotti entro 2020
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech