sabato 03 dicembre | 15:14
pubblicato il 25/gen/2011 14:40

G.Letta: Costituzione invita a leale collaborazione poteri Stato

La Repubblica è una, il fine per tutti è il bene dei cittadini

G.Letta: Costituzione invita a leale collaborazione poteri Stato

Roma, 25 gen. (askanews) - La Costituzione invita a una "leale e sana collaborazione" tra poteri dello Stato. Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta. A fornirgli l'occasione è la stata la conferenza stampa di presentazione di un progetto, voluto dalla Fondazione dei Diritti genetici presieduta da Mario Capanna, che punta a rendere "Roma capitale euro-mediterranea della ricerca scientifica partecipata". Un progetto a cui ha collaborato non solo il governo, ma anche la Regione Puglia, la Regione Lazio, il Comune di Roma e la Coop Italia. Da qui lo spunto per l'esortazione di Letta. "La Costituzione - ha affermato - invita tutti quelli che hanno cariche pubbliche a un principio di sana e leale collaborazione. Perché lo Stato è uno, la Repubblica è una il fine deve essere quello della sicurezza e del bene dei cittadini".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari