domenica 19 febbraio | 16:06
pubblicato il 26/gen/2012 08:00

Giustizia/ Vietti: bisogna congelare la prescrizione

Il vice-presidente del Csm: salverebbe 169mila processi l'anno

Giustizia/ Vietti: bisogna congelare la prescrizione

Roma, 26 gen. (askanews) - "Fermiamo la prescrizione quando il giudice stabilisce che il processo va fatto": questa la proposta di Michele Vietti, vice-presidente del Consiglio superiore della magistratura, lanciata in un'intervista al quotidiano La Repubblica, nel giorno in cui si apre l'anno giudiziario in Cassazione. Con il congelamento della prescrizione, secondo Vietti, si salverebbero 169mila processi l'anno e si consentirebbe la conclusione delle indagini sulla corruzione. "In Italia - ricorda Vietti - dal 2001 si sono prescritti in media 169mila processi l'anno". Rispondendo sulla vicenda di Berlusconi nel processo Mills, Vietti afferma: "La prescrizione è sempre una sconfitta per la stato, chiunque sia l'imputato. Il che non toglie che fino a quando non intervenga una modifica normativa, le difese hanno diritto di sfruttare gli strumenti processuali esistenti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto lascia Si: non serve partito ma nuovo centrosinistra
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Pd, fallisce nuova mediazione ma si tratta. Rischio scissione
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia