domenica 04 dicembre | 01:26
pubblicato il 05/apr/2012 21:15

Giustizia/ Severino ottimista su possibile intesa, Pd prudente

"Sintonia col ministro ma ok vicino solo su corruzione"

Giustizia/ Severino ottimista su possibile intesa, Pd prudente

Roma, 5 apr. (askanews) - Per il ministro della Giustizia Paola Severino ci sono "ampi spazi per una riforma condivisa". Dopo un breve faccia a faccia con l'Api e un interminabile confronto (oltre quattro ore e mezza) con la delegazione del Pd sui tre temi caldi della corruzione, della responsabilità civile dei magistrati e delle intercettazioni, la guardasigilli ha ostentato ottimismo e ribadito di essere "pronta sin dal 17 aprile" a portare nelle commissioni della Camera le sue proposte sulla corruzione. Lasciando via Arenula la delegazione rutelliana (Pino Pisicchio, Franco Bruno) ha sottolineato, in sintonia con quanto detto ieri dai 'soci' terzopolisti dell'Udc, che "le tre questioni del 'pacchetto giustizia'" vanno affrontate "possibilmente senza separarle in parti distinte". Molto più cauta la voce del Pd: "Sulla corruzione c'è sintonia con le idee del ministro, ma vedremo poi i testi", ha commentato Donatella Ferranti. E per Andrea Orlando "si può procedere con celerità" sulla corruzione ma "sulle altre questioni ci sarà da approfondire". Il ministro, dicono fonti parlamentari, è pronto a inserire nel ddl anticorruzione le nuove figure di reato richieste all'Italia dalle convenzioni internazionali, come la corruzione tra privati e il traffico di influenze. Quanto alla prescrizione che 'uccide' i processi per corruzione, la posizione del ministro è chiara: "Non si può toccare la legge ex Cirielli solo per i reati contro la pubblica amministrazione". L'intervento della Severino dovrebbe quindi incidere sulle sanzioni per corrotti e corruttori: più alte le pene, più lontana la prescrizione. Il lungo colloquio con i 'tecnici' del Pd è servito per approfondire il tema della responsabilità civile diretta dei magistrati. Il Pd ha insistito sullo stralcio, proponendo di lasciare nella legge comunitaria solo l'adeguamento alle sentenze della Corte europea, con il riconoscimento della responsabilità dello Stato per la violazione del diritto comunitario, e di rinviare gli aspetti che riguardano le toghe a un successivo provvedimento. Ma il ministro ha fatto presente che questa procedura non avrebbe l'ok delle altre forze di maggioranza. Lunga anche la disamina sulle intercettazioni: il ministro punta sul cosiddetto 'testo Bongiorno', che con l'udienza filtro sugli ascolti rilevanti metterebbe fine all'abuso dei verbali sui giornali. Ma il Pd ha fatto presente che il ddl, fermo da tempo alla Camera, è in terza lettura, e c'è una 'doppia conforme', cioè una doppia approvazione non più modificabile, su parti di testo indigeribili per i democratici. Il duello Pd-Pdl andrà avanti a distanza con gli incontri bilaterali in programma al ministero la prossima settimana, stavolta testi alla mano. Per il Pd si tratta di tre provvedimenti distinti, non collegati, e se il Pdl forzasse la mano sulla responsabilità civile per ammorbidire "sulla corruzione ci possono essere altre maggioranze", dicono al Nazareno. Ma al Pd sanno bene che è improbabile una forzatura del Governo contro il parere del Pdl su un tema cruciale come la giustizia.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari