giovedì 08 dicembre | 15:26
pubblicato il 21/set/2013 12:00

Giustizia/ Scontro Anm-Pdl. Bondi: casta. Sabelli: rispetto per pm

Coordinatore Pdl: "Vogliono imporre leggi". Presidente Associazione magistrati: attacchi e insulti violenti

Giustizia/ Scontro Anm-Pdl. Bondi: casta. Sabelli: rispetto per pm

Roma, 21 set. (askanews) - Nuovo scontro tra l'Associazione nazionale magistrati e il Pdl. L'Anm chiede rispetto, mentre il Pdl accusa i magistrati di essere una casta che vuole imporre le proprie leggi. "Il segretario dell'Anm, Rodolfo Sabelli, fornisce l'ennesima conferma di una casta di funzionari dell'amministrazione pubblica che pretende di stabilire e di dettare al Parlamento quali siano le leggi conformi o meno alla nostra Costituzione, soverchiando in maniera illegittima le istituzioni democratiche preposte a tutelare i diritti fondamentali della nostra democrazia e delle libertà dei cittadini", ha dichiarato in una nota il coordinatore del Pdl Sandro Bondi. "Il primo e essenziale principio della nostra Costituzione è il rispetto dei magistrati alle leggi e al Parlamento", afferma Bondi. "Ogni altra interpretazione e atteggiamento da parte dei magistrati dovrebbe essere sanzionato come un attacco alla Costituzione e alla democrazia". L'Anm ha ribattuto chiedendo "rispetto, a tutela dello stato di diritto, per il ruolo e la collocazione della magistratura". E Sabelli ha aggiunto: "Non posso non rilevare che siamo stati bersaglio di attacchi e insulti. Non è una novità sono diventati più numerosi e violenti sino a giungere a una campagna organizzata di delegittimazione". "Ci siamo chiesti se fosse meglio tacere per non amplificare queste voci scomposte ma siamo intervenuti per sollecitare tutti a un forte senso di responsabilità a tutela dello stato di diritto e non dare l'impressione di acquiescenza e abitudini", ha aggiunto Sabelli. "La magistratura pretende rispetto, vuole le riforme fatte nel rispetto della nostra costituzione", ha aggiunto dopo le dichiarazioni del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, su una maggiore apertura verso le riforme da parte della magistratura. "La situazione contingente continua a condizionare le riforme dopo la stagione delle leggi 'ad personam'", ha spiegato. A proposito del ddl Palma Sabelli ha sottolineato che l'Anm si "è già espressa in termini negativi non per pregiudizio con quelle previsioni ma perché è possibile un utilizzo punitivo con indebita compressione della libertà di espressione dei magistrati".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi: chi non vuole voto sostenga governo o urne dopo Consulta
Governo
Renzi: ok nuovo governo ma appoggiato da tutti, non temiamo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni