martedì 21 febbraio | 22:18
pubblicato il 19/giu/2014 16:25

Giustizia: Scavone-Compagnone, Renzi riveda soppressione Tar Catania

+++I senatori Gal domani alla riunione organizzata dalla Camera Amministrativa Siciliana: ''Si' a risparmi ma senza creare confusione''+++.

(ASCA) - Roma, 19 giu 2014 - ''Il governo riveda la soppressione del Tar Catania''. E' quanto chiedono in un'interrogazione urgente a risposta scritta al ministro della Giustizia Andrea Orlando i senatori del gruppo Grandi Autonomie e Liberta' Giuseppe Compagnone e Antonio Scavone, vicepresidente vicario del gruppo, che domani porteranno il testo all'assemblea organizzata dalla Camera Amministrativa Siciliana davanti alla sede di via Milano per discuterne con gli addetti ai lavori. Nell'interrogazione, inviata per adesione a tutti i colleghi siciliani, Scavone e Compagnone chiedono al ministro ''di prevedere immediati correttivi al decreto legge Pubblica amministrazione cassando il riferimento alla soppressione del Tribunale amministrativo regionale, sezione distaccata di Catania, e attivando un immediato confronto con gli operatori della giustizia amministrativa di Catania (magistrati, avvocati e personale dipendente)''. ''L' importanza della sede distaccata del Tribunale Amministrativo di Catania, infatti, e' notoria - denunciano i senatori - sia in ordine alla sua storia sia all'attivita' giurisdizionale. Stante questa previsione, l'intero e corposo contenzioso del Tar Catania (e' il primo Tribunale amministrativo in Sicilia e tra i primi in Italia per carico di lavoro) dovrebbe essere assorbito dal Tar palermitano determinando notevoli e gravi disagi per i territori interessati. Basti pensare che sono ben cinque le province siciliane (Catania , Siracusa, Enna, Messina, Ragusa) il cui contenzioso grava sul Tribunale Amministrativo di Catania e che risultano per altro essere le piu' popolose. Una misura, quella del governo, che appare tanto illogica quanto illegittima e dannosa. Non si comprende , infatti, la ratio di tale soppressione dal momento che il Tar Catania risulta essere uno dei Tribunali piu' attivi d'Italia (il terzo per mole di contenzioso) e la paventata soppressione non risponderebbe nemmeno a una logica di risparmio visto che non risulta analizzato il rapporto costo/benefici''. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Campidoglio
Grillo: ammetto le colpe a Roma, ma andiamo avanti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia