martedì 17 gennaio | 18:29
pubblicato il 12/apr/2013 15:09

Giustizia: saggi, porre limiti a divulgazione intercettazioni

(ASCA) - Roma, 12 apr - Per quel che riguarda la giustizia penale, i saggi del gruppo di lavoro sulle riforme istituzionali chiedono una ''migliore definizione sul piano legale dei presupposti sulla base dei quali gli organi delle Procure avviano e concludono le loro attivita' di indagine, con particolare attenzione per gli strumenti investigativi piu' invasivi nei confronti dei diritti fondamentali come, ad esempio, le intercettazioni delle conversazioni per le quali dev'essere resa cogente la loro qualita' di mezzo per la ricerca della prova, e non di strumento di ricerca del reato''. ''Occorre inoltre porre limiti alla loro divulgazione perche' il diritto dei cittadini a essere informati non costituisca il pretesto per la lesione di diritti fondamentali della persona'', si legge nella relazione consegnata al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

brm/mau/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa