venerdì 24 febbraio | 05:12
pubblicato il 12/apr/2013 15:09

Giustizia: saggi, porre limiti a divulgazione intercettazioni

(ASCA) - Roma, 12 apr - Per quel che riguarda la giustizia penale, i saggi del gruppo di lavoro sulle riforme istituzionali chiedono una ''migliore definizione sul piano legale dei presupposti sulla base dei quali gli organi delle Procure avviano e concludono le loro attivita' di indagine, con particolare attenzione per gli strumenti investigativi piu' invasivi nei confronti dei diritti fondamentali come, ad esempio, le intercettazioni delle conversazioni per le quali dev'essere resa cogente la loro qualita' di mezzo per la ricerca della prova, e non di strumento di ricerca del reato''. ''Occorre inoltre porre limiti alla loro divulgazione perche' il diritto dei cittadini a essere informati non costituisca il pretesto per la lesione di diritti fondamentali della persona'', si legge nella relazione consegnata al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

brm/mau/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech