martedì 06 dicembre | 15:55
pubblicato il 21/ago/2014 12:33

Giustizia: riforma, prove d'accelerazione ma nuovo scontro M5S-governo

(ASCA) - Roma, 21 ago 2014 - ''Partiamo subito dal rapporto tra giustizia ed economia. Oggi la prima, o meglio l'assenza della prima, e' una tara non piu' sopportabile dal Paese, un sistema costoso e non produttivo di risultati diventato insostenibile. Che da' problemi di competitivita' e di affidabilita' internazionale e di gestione delle controversie tra privati''. Dalle pagine del quotidiano 'Sole 24 ore' il guardasigilli, Andrea Orlando, parla di uno dei punti cardinali della riforma della giustizia allo studio del governo, sulla quale avvia oggi un nuovo giro di consultazioni nel tentativo di accelerare in vista della dirittura d'arrivo in Consiglio dei Ministri. ''Per anni sono state seguite priorita' distorte oggi diciamo che il civile, appunto, e' il luogo dove e' avvenuto il collasso, nel sostanziale disinteresse della politica e dei media. E noi ripartiamo da qui'', afferma Orlando, spiegando: ''Giustizia ed economia e' il primo step: soluzione dell'arretrato e specializzazione dei tribunali per arrivare, gradualmente, alla riforma del processo. Poi, la questione 'ordinamentale' (Csm, responsabilita' dei magistrati, giudici onorari, personale amministrativo). Infine la parte relativa al processo penale''. Gia' arriva un due di picche, pero', dai parlamentari del M5S delle commissioni Giustizia, che pubblicano una lettera al guardasigilli, Andrea Orlando, sul blog di Beppe Grillo, per ''spiegare punto per punto'' perche' non parteciperanno all'incontro di oggi. ''E' evidente a tutti che, dopo il Patto del Nazareno, la lotta alla criminalita' e, piu' in generale, la giustizia penale, siano scivolate all'ultimo posto delle priorita' del governo - scrivono - . Si parla di responsabilita' dei giudici, ma non crede che in Italia dovremmo cominciare a sanzionare seriamente le responsabilita' dei criminali, anche se politici? Il presidente Renzi ormai parla soltanto di giustizia civile: proviamo un senso di ribrezzo nel constatare che un presidente del Consiglio possa ancora scendere a patti con Berlusconi sulla giustizia''. Tra le altre motivazioni: ''Siamo contrari agli incontri 'di facciata' al chiuso delle stanze, riteniamo che in Italia la Giustizia necessiti di un impegno serio e trasparente. Per questo le indichiamo, qui di seguito, le vere prioria' in materia di Giustizia del Parlamento e del suo dicastero''. Il premier Matteo Renzi replica allo ''stop'' del M5S ritwittando un messaggio del presidente del Pd, Matteo Orfini: ''E i grillini rifiutano il confronto sulla riforma della giustizia...coi terroristi bisogna interloquire, ma guai a farlo col governo...''. Quanto a Forza Italia, ''ci auguriamo che il governo abbia un approccio deciso al tema della giustizia: una 'riformetta' non servirebbe a nulla se non a perpetrare tutte le disfunzioni attuali'', scrive in una nota la deputata Stefania prestigiacomo. ''Troppi imprenditori - aggiunge - e troppi lavoratori soffrono oggi l'incertezza della giustizia civile, spesso caratterizzata da decisioni che arrivano dopo anni e anni, mentre le attivita' vengono di fatte bloccate in attesa del giudizio: e' una situazione che non e' piu' tollerabile, a maggior ragione in questo periodo di forte crisi che il nostro Paese si trova a fronteggiare''. Da Ncd arrivano invece indicazioni sui punti ritenuti prioritari: ''Per essere reale la riforma della giustizia da un lato deve riguardare quella civile e dall'altro lato, per cio' che riguarda la giustizia penale, deve affrontare e sciogliere 3 nodi: quello della custodia cautelare, quello delle intercettazioni telefoniche e quello della gestione della responsabilita' civile dei giudici'', scrive in una nota l'onorevole Fabrizio Cicchitto. pol/dsk

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Governo
Mattarella congela Renzi e attende Pd, crisi dopo la manovra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Wine2Wine: Germania mercato maturo e complesso
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni