martedì 17 gennaio | 08:33
pubblicato il 29/gen/2015 20:48

Giustizia, ok governo al riordino disciplina difesa d'ufficio

Via libera Cdm a decreto Orlando: ci sarà lista unica difensori

Giustizia, ok governo al riordino disciplina difesa d'ufficio

Roma, 29 gen. (askanews) - Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi, alle ore 19.40, a palazzo Chigi, sotto la presidenza del Ministro dei Beni e Attività culturali e Turismo, Dario Franceschini. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio.

Come spiega una nota del Cdm su proposta del ministro della Giustizia, Andrea Orlando, il Cdm ha approvato un decreto legislativo di riordino della disciplina della difesa d'ufficio che "costituisce un ulteriore tassello per il completamento della "nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense", dando attuazione alla legge che ha delegato il Governo al riordino della materia relativa alla difesa d'ufficio, in base a criteri direttivi che indichino modalità di accesso a una lista unica dei difensori di ufficio, con indicazione di requisiti tali da assicurare stabilità e competenza dei medesimi, e l'eventuale abrogazione delle norme vigenti incompatibili".

Si prevede che l'elenco dei difensori d'ufficio (ora tenuto presso ciascun consiglio dell'ordine circondariale) venga unificato su base nazionale, attribuendo al Consiglio nazionale forense la competenza in ordine alle iscrizioni e al periodico aggiornamento. Al fine di assicurare la qualificazione professionale, sono previsti criteri più rigorosi per l'iscrizione, richiedendo che i corsi di aggiornamento debbano avere una adeguata durata e un esame finale. Inoltre, è elevata a cinque anni la pregressa esperienza professionale in materia penale idonea a consentire l'iscrizione ed è stabilito, in ulteriore alternativa, il requisito del conseguimento del titolo di specialista in diritto penale, la cui regolamentazione attuativa è in via di completamento. Si stabilisce che il Consiglio nazionale forense provveda sulla richiesta di iscrizione, previo parere del locale Consiglio dell'ordine (cui va presentata la domanda insieme alla documentazione necessaria) e che, ai fini del mantenimento dell'iscrizione, sia necessario presentare periodicamente la documentazione idonea a dimostrare l'effettiva e persistente esperienza nel settore penale. (Segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello