martedì 24 gennaio | 23:12
pubblicato il 28/lug/2011 09:13

Giustizia/ Nitto Palma: E' finito il tempo dello scontro

Subito una legge per le toghe che si candidano

Giustizia/ Nitto Palma: E' finito il tempo dello scontro

Roma, 28 lug. (askanews) - All'indomani della sua nomina a ministro della Giustizia e nel giorno del suo giuramento, il neo guardasigilli Francesco Nitto Palma spiega in una intervista alla Stampa lo spirito con cui vuole assolvere il suo mandato: "E' finito il tempo dello scontro. Troviamo insieme una via d'uscita per superare la crisi della giustizia. Certo è fisiologico il contrasto tra centrodestra e centrosinistra sulle scelte politiche, quello che conta è che alla fine rispettino la Costituzione e rispondano a una esigenza di amministrare la giustizia. Se così sarà i magistrati non potranno che essere d'accordo, giacché come è noto, non rappresentano la politica in questo paese". Secondo Palma "il problema del magistrato in politica deve essere risolto definitivamente con la legge. E' un tema che sta a cuore anche al capo dello Stato che ne ha parlato all'incontro con gli uditori giudiziari. Una legge che stabilisca i percorsi di ingresso in rapporto ai collegi elettorali dove il candidato ha esercitato la sua attività di magistrato, sia per quanto riguarda il rientro in magistratura dopo l'esperienza politica". Quanto allo scontro tra toghe e politica, il neo guardasigilli promette: "Mi impegno, un minuto dopo aver giurato nelle mani del capo dello Stato, ad allentare la tensione, ad avere un dialogo chiaro con l'opposizione politica e principalmente con la magistratura e l'avvocatura. Il mio obiettivo è varare le riforme che rispondano al principio costituzionale del giusto processo, che puntino a velocizzare i processi nel rispetto di tutte le parti". E sulla norma in discussione al Senato del 'processo lungo' che favorirebbe il premier Silvio Berlusconi, Palma dice: "Nessuno è depositario della verità e nessuno può fare lezioni di moralità. Se mi convinceranno che una legge è sbagliata, che non risponde ai principi costituzionali, che non è funzionale all'efficienza del servizio giustizia, mi pronuncerò contro quella legge". Gli avvocati del Cavaliere? "Io posso sentire chiunque, alla fine decido nell'interesse del paese".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Grillo imbavaglia i suoi: parlate se autorizzati o andate via
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
Governo
A P.Chigi summit Gentiloni e ministri su sicurezza-immigrazione
M5s
Grillo a eletti M5s: siete portavoce, linea la decidono iscritti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4