domenica 11 dicembre | 01:41
pubblicato il 12/set/2013 16:41

Giustizia: Idv, con ddl Palma vogliono intimidire magistrati

(ASCA) - Roma, 12 set - ''Vogliono punire i magistrati solo perche' hanno applicato la legge. In particolare il giudice Esposito che si e' permesso di credere che la legge sia uguale per tutti. Infatti solo cosi' e' possibile spiegare l'approvazione dell'ennesimo testo-vergogna del Pdl ispirato alla piu' becera intimidazione dei giudici''. E' quanto affermano in una nota congiunta il segretario dell'Italia dei Valori, Ignazio Messina, e il responsabile Giustizia del partito, Federico Palomba. ''Infatti la norma approvata ieri dalla commissione Giustizia di Palazzo Madama sulla responsabilita' disciplinare dei giudici - proseguono - invece che rafforzarne l'indipendenza l'indebolisce, ad esclusivo danno dei cittadini e della giustizia''. ''L'Italia dei Valori esprime solidarieta' all'Anm - concludono - perche' la difesa dei valori costituzionali di indipendenza e autonomia della magistratura e' uno dei motivi fondamentali del nostro impegno politico''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina