venerdì 24 febbraio | 12:04
pubblicato il 19/ago/2014 10:40

Giustizia: Cicchitto(Ncd), no controriforma e riduzione ricorso appello

(ASCA) - Roma, 19 ago 2014 - ''E' del tutto inaccettabile che in sede di riforma della giustizia si affermi che si vuole ridurre solo ad alcuni casi la possibilita' di fare appello.

Se non si limita bene il ricorso alla custodia cautelare, se non si ridimensionano le intercettazioni e addiruttura si tagliano i casi in cui e' possibile l'appello, allora ci troveremmo di fronte ad una controriforma della giustizia e non ad una riforma''. Lo scrive in una nota il deputato del Ncd Fabrizio Cicchitto. ''In questo quadro - prosegue - due delle proposte avanzate dal dottor Cantone sono inaccettabili: una che riguarda anch'essa l'eliminazione di questo appello che evidentemente da' molto fastidio ad alcuni magistrati, l'altra e' la proposta dei cosiddetti agenti provocatori che e' tratta da un repertorio nazista-comunista che francamente non puo' appartenere ad una Repubblica democratica''.

com-sgr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Pd
Orlando in campo a primarie Pd: mi candido, serve responsabilità
Pd
Nel Pd braccio di ferro su data primarie, Orlando in campo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech