martedì 24 gennaio | 01:51
pubblicato il 20/mag/2013 20:08

Giustizia: Cancellieri, tempi processi emergenza e priorita' politica

Giustizia: Cancellieri, tempi processi emergenza e priorita' politica

+++Sono 4 milioni i processi civili pendenti+++.

.

(ASCA) - Roma, 20 mag - L'''annosa e grave questione dei tempi dei processi'' e' una ''emergenza e una priorita' della politica'' che richiede ''un corale impegno di tutti i soggetti che operano nel processo''. Lo ha sottolineato il ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri nel corso della sua audizione davanti alla commissione Giustizia di Palazzo Madama sulle linee programmatiche del dicastero.

Il ministro, osservando che ''senza dubbio occorre un intervento straordinario anche sul piano delle risorse, e su questo versante profondero' ogni sforzo possibile, compatibilmente con l'attuale e difficile situazione congiunturale'', aggiunge che ''ciascun Tribunale deve dotarsi del programma di smaltimento dell'arretrato, da coordinarsi con la riorganizzazione degli uffici giudiziari''. Per affrontare in particolare l'arretrato in Appello, continua Cancellieri ''riterrei preferibile non procedere alla creazione di vere e proprie sezioni stralcio alle quali attribuire la competenza esclusiva in ordine all'arretrato. Sarebbe auspicabile piuttosto prevedere una rimodulazione organizzativa delle sezioni oggi esistenti, avvalendosi delle categorie professionali maggiormente qualificate''. Un'ulteriore linea d'azione, ha quindi aggiunto, ''attiene alla revisione della normativa sulla mediazione obbligatoria. Uno strumento che nell'esperienza europea si e' dimostrata di grande efficacia sotto il profilo dell'abbattimento del contenzioso civile, con un positivo effetto anche sul piano della composizione dei conflitti tra le parti, per circa la meta' dei quali e' stato raggiunto l'accordo''.

Il ministro ha infine fornito qualche numero sulla situazione a tutto giugno 2012 sui procedimenti pendenti: quelli civili davanti ai tribunali ammontavano a 3,357 milioni e quelli penali 1,279; in Corte d'Appello erano rispettivamente 439.506 e 239.125. In Cassazione 99.487 procedimenti civili e 28.591 penali. njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4