lunedì 23 gennaio | 16:03
pubblicato il 14/ott/2013 10:48

Giustizia: Brunetta, tempo e' scaduto, riforma in quattro mosse

Giustizia: Brunetta, tempo e' scaduto, riforma in quattro mosse

(ASCA) - Roma, 14 ott - ''Dopo il voto del 2 ottobre che ha ridato fiducia al governo Letta, e' diventato piu' chiaro che i fronti dell'impegno sono due: quello economico e quello istituzionale. A sua volta, spina dorsale della riforma istituzionale e' quella della giustizia. Che, a sua volta, si declina in 4 grandi filoni: 1) carceri, indulto e amnistia; 2) riforma della giustizia e documento dei ''saggi'; 3) procedura di infrazione europea sulla responsabilita' civile dei magistrati; 4) referendum radicali''. Cosi' Renato Brunetta, capogruppo del Pdl alla Camera dei deputati, in un editoriale pubblicato da ''Il Giornale''. ''Il messaggio alle Camere del presidente della Repubblica sulle misure necessarie per affrontare la questione carceraria, introduce con forza il tema della giustizia nelle cose da fare da parte di governo e Parlamento: amnistia e indulto. La prima risposta di Epifani e' stata: ''cautela'.

Perche'? Lo ha detto subito: evitare che ne possa trarre un qualsiasi beneficio Berlusconi. Siamo a una novita' giuridica: l'amnistia contra personam. Qualcosa di spaventoso se ci si pensa: la legge vale per tutti. Meno per uno. Uno il cui nome e' deciso dalla sinistra''. ''Affrontare la questione delle carceri e valutare la necessita' di amnistia e indulto, tuttavia, e' solo uno di 4 aspetti che nel nostro paese occorre affrontare con riferimento al tema giustizia. La grande occasione ci e' stata fornita dal presidente della Repubblica, da ultimo, lo scorso 8 ottobre, ma lo aveva gia' fatto il 30 marzo con l'istituzione del gruppo di lavoro sulle riforme istituzionali, la cui relazione finale (punto 5) rappresenta un ottimo punto di partenza per la riforma della giustizia in Italia. E ancora il 1* agosto 2013, con le dichiarazioni a seguito della sentenza della Cassazione su Silvio Berlusconi, il presidente della Repubblica aveva ribadito il valore del lavoro dei ''saggi' come base per studiare i termini di una riforma della giustizia. L'intenzione di dar corpo al testo dei ''saggi', d'altronde, e' stata manifestata anche dal presidente del Consiglio, Enrico Letta, nel suo discorso per la fiducia enunciato il 2 ottobre 2013''. ''Ancora nel suo discorso sulla fiducia del 2 ottobre, il presidente del Consiglio, Enrico Letta, si e' impegnato ad adempiere agli ''obblighi europei (a cominciare dal rispetto delle decisioni della Corte di giustizia dell'Unione europea)'. Cioe' responsabilit a' civile dei magistrati.

Dobbiamo giungere a un punto. Il governo deve farlo. Il presidente Letta deve farlo. Come si usava dire alla fine della scorsa legislatura: ''E' l'Europa che ce lo chiede'''.

''Ancora lungo la strada aperta dal capo dello Stato con il suo messaggio alle Camere, il Popolo della Liberta' intende intraprendere una vigorosa campagna parlamentare, che avra' il suo perno nella proposta di 6 indagini conoscitive sui 6 quesiti referendari sulla giustizia promossi dai radicali e per i quali il Pdl ha dato un contributo decisivo nella raccolta delle firme''. ''Come ha detto il presidente Letta, che siamo certi sia un uomo d'onore e un politico serio, la riforma della giustizia, insieme alle misure per il lavoro, le famiglie e le imprese sono il cuore della sua azione di governo. Questo e' il senso della nostra partecipazione a maggioranza e governo.

Altrimenti inganneremmo gli italiani, come sta facendo Renzi, che dice si' al governo Letta e contemporaneamente lo destabilizza. Noi ci siamo e ci saremo se e finche' potremo agire efficacemente come sentinelle contro l'aumento delle tasse e come motore della riforma della giustizia. O cosi' o cosi'. Secundum non datur...'', conclude Brunetta. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Il Mascagni Luxury Dépendance entra nel circuito Space Hotels
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Samsung: incidenti del Galaxy Note 7 causati da batteria
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4