mercoledì 18 gennaio | 05:13
pubblicato il 24/ott/2013 13:11

Giustizia: Brunetta, Letta risponda su riforma

Giustizia: Brunetta, Letta risponda su riforma

(ASCA) - Roma, 24 ott - ''Desideriamo porre quattro rispettose domande al presidente del Consiglio, Enrico Letta, sul tema giustizia. Come intende dar corpo al programma enunciato il 2 ottobre nel suo discorso per la fiducia, quando indico' che, in tema di ''opportune e urgenti riforme'', sulla giustizia il nostro lavoro potra' basarsi sulle importanti indicazioni contenute nella relazione conclusiva del gruppo di lavoro nominato dal presidente Napolitano il 30 marzo 2013? Si tratta della riforma della giustizia da attuare partendo dal testo dei ''saggi''''. Lo dichiara in una nota Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl.

''Come intende attuare, il presidente del Consiglio, il suo impegno, anch'esso contenuto nel discorso per la fiducia del 2 ottobre, per ''l'adempimento degli obblighi europei (a cominciare dal rispetto delle decisioni della Corte di giustizia dell'Unione europea)', che si connettono con l'apertura della procedura d'infrazione da parte dell'Unione Europea sulla ''responsabilita' civile dei magistrati'? Come si pone, il premier Enrico Letta - prosegue Brunetta -, rispetto al messaggio inviato dal presidente della Repubblica alle Camere lo scorso 8 ottobre 2013 sulla questione carceraria: messaggio con cui il Capo dello Stato ha inteso richiamare l'attenzione del Parlamento su indulto e amnistia? Come si pone, infine, rispetto alle questioni poste dai 6 referendum sulla giustizia promossi dai radicali e per i quali il Popolo della Liberta' ha dato un contributo decisivo nella raccolta delle firme: responsabilita' civile dei magistrati; incarichi extragiudiziali dei magistrati; eliminazione della custodia cautelare; abolizione dell'ergastolo; separazione delle carriere dei magistrati? A queste rispettose domande ci auguriamo corrispondano altrettante puntuali risposte. Il tema della giustizia deve essere uno dei cardini dell'azione del governo. Ce lo chiede il presidente Napolitano, ce lo chiede l'Europa, e, soprattutto, ce lo chiedono i cittadini italiani''. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa