domenica 04 dicembre | 19:52
pubblicato il 24/ott/2013 13:11

Giustizia: Brunetta, Letta risponda su riforma

Giustizia: Brunetta, Letta risponda su riforma

(ASCA) - Roma, 24 ott - ''Desideriamo porre quattro rispettose domande al presidente del Consiglio, Enrico Letta, sul tema giustizia. Come intende dar corpo al programma enunciato il 2 ottobre nel suo discorso per la fiducia, quando indico' che, in tema di ''opportune e urgenti riforme'', sulla giustizia il nostro lavoro potra' basarsi sulle importanti indicazioni contenute nella relazione conclusiva del gruppo di lavoro nominato dal presidente Napolitano il 30 marzo 2013? Si tratta della riforma della giustizia da attuare partendo dal testo dei ''saggi''''. Lo dichiara in una nota Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl.

''Come intende attuare, il presidente del Consiglio, il suo impegno, anch'esso contenuto nel discorso per la fiducia del 2 ottobre, per ''l'adempimento degli obblighi europei (a cominciare dal rispetto delle decisioni della Corte di giustizia dell'Unione europea)', che si connettono con l'apertura della procedura d'infrazione da parte dell'Unione Europea sulla ''responsabilita' civile dei magistrati'? Come si pone, il premier Enrico Letta - prosegue Brunetta -, rispetto al messaggio inviato dal presidente della Repubblica alle Camere lo scorso 8 ottobre 2013 sulla questione carceraria: messaggio con cui il Capo dello Stato ha inteso richiamare l'attenzione del Parlamento su indulto e amnistia? Come si pone, infine, rispetto alle questioni poste dai 6 referendum sulla giustizia promossi dai radicali e per i quali il Popolo della Liberta' ha dato un contributo decisivo nella raccolta delle firme: responsabilita' civile dei magistrati; incarichi extragiudiziali dei magistrati; eliminazione della custodia cautelare; abolizione dell'ergastolo; separazione delle carriere dei magistrati? A queste rispettose domande ci auguriamo corrispondano altrettante puntuali risposte. Il tema della giustizia deve essere uno dei cardini dell'azione del governo. Ce lo chiede il presidente Napolitano, ce lo chiede l'Europa, e, soprattutto, ce lo chiedono i cittadini italiani''. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Referendum, Viminale assicura: matite copiative sono indelebili
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari