domenica 04 dicembre | 23:19
pubblicato il 25/set/2013 12:21

Giustizia: Brunetta, bene Ue su responsabilita' civile magistrati

Giustizia: Brunetta, bene Ue su responsabilita' civile magistrati

(ASCA) - Roma, 25 set - ''C'e' un 'giudice a Berlino', anzi in Europa. La responsabilita' civile dei magistrati dev'essere legge, come da precisa norma della Ue. In Italia non lo e'. E l'Europa intende punirci per questo''. Lo afferma Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl.

''Il centrodestra si e' battuto per far si' che anche i magistrati siano considerati cittadini uguali agli altri, per lo meno nel pagare i danni quando li provocano. La loro lobby potentissima, sostenuta dalla sinistra con equivoca compiacenza, ha impedito finora che questo principio elementare diventasse regola e prassi. La multa chi la paghera'? I magistrati? La sinistra? Intanto l'indignazione si mescola alla soddisfazione: c'e' un giudice a Berlino, anzi a Bruxelles. In attesa che si muova quello di Strasburgo contro l'assurda retroattivita' che si vuole applicare al senatore Berlusconi'', conclude Brunetta.

com-ceg/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari