sabato 21 gennaio | 19:08
pubblicato il 23/feb/2012 13:34

Giustizia/ Avvocati in sciopero:Noi come taxisti, paralizzeremo

De Tilla:Governo confindustriale,Severino disponibile,ma a cosa?

Giustizia/ Avvocati in sciopero:Noi come taxisti, paralizzeremo

Roma, 23 feb. (askanews) - Sciopero bianco, sospensione delle udienze, del gratuito patrocinio, della difesa d'ufficio e delle funzioni di giudice di pace. Vanno giù duro, gli avvocati italiani, nel promettere che bloccheranno il sistema giustizia se governo e parlamento non ascolteranno le loro rivendicazioni e non modificheranno il decreto liberalizzazioni. Arrivati quasi tutti in taxi all'assemblea di questa mattina promossa a Roma dal'Organismo unitario dell'avvocatura, toghe giovani e meno giovani devono aver preso spunto dai guidatori delle macchine bianche. "Noi, come loro, che hanno paralizzato le città, siamo pronti a paralizzare le aule dei Tribubnali", prometteva una bellicosa avvocatessa trentacinquenne di Latina, raccogliendo la solidarietà dei numerosi colleghi che la ascoltavano. Ma l'esempio dei taxisti non è il solo che è stato utilizzato. Anche i farmacisti, che sono riusciti ad alleggerire le riforme a loro carico contenute nel Cresci-Italia, "hanno trovato più ascolto di noi". "E' strano che in Parlamento vengano ascoltati tassisti e farmacisti e non noi professionisti", ha infatti detto Maurizio De Tilla, presidente dell'Oua, soddisfatto per il risultato dei primi due giorni (oggi e domani) di astensione dalle udienze. Il nodo, a sentire De Tilla, resta l'obbligo di mediaconciliazione, in vigore ormai da un anno, che, protestano i legali, "non ha portato a un milione di cause in meno all'anno, solo 5 mila tentativi di conciliazione sono andati a buon fine". Gli avvocati, inoltre, chiedono un tavolo di confronto sulla revisione della geografia giudiziaria, di portare avanti la riforma dell'avvocatura e di fare marcia indietro anche sull'abolizione delle tariffe e sull'ingresso di soci di capitale negli studi professionali che, sottolinea il presidente del Consiglio Nazionale Forense, Guido Alpa, "apre enormi problemi sotto il profilo del conflitto di interessi e del segreto professionale". "Non arretreremo", ha promesso per parte sua il presidente della Cassa Forense, Alberto Bagnoli: "è a rischio il sistema giustizia e non il nostro orticello da difendere". Durissimo contro il governo anche De Tilla: "il ministro Severino ha dichiarato grande disponibilità, ma il problema è capire cosa sia nella sua disponibilità, perchè questo è un governo confindustriale, come dimostrato anche dalla discussione sull'articolo 18". Chi invece, non ha derito allo sciopero è l'associazione Avvocati per la Mediazione: "io e tutti i miei collaboratori, restiamo in ufficio a rispondere alle necessità dei cittadini, e non per strada a urlare le nostre ragioni'', ha fatto sapere Lorenza Morello, commentando lo sciopero dei colleghi. ''Non credo nelle proteste di piazza, specie da parte di chi ha gli strumenti intellettuali per controbattere con la dialettica a ciò che non trova equo. Sono quasi 20 anni che gli avvocati entrano in agitazione contro le scelte poste in essere dal governo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Fi
Fi: sostegno Berlusconi a Prodi? Accuse Salvini paradossali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4