domenica 04 dicembre | 20:03
pubblicato il 25/ott/2013 13:03

Giustizia: Anm, clima avvelenato ha favorito proposte riforma punitive

Giustizia: Anm, clima avvelenato ha favorito proposte riforma punitive

(ASCA) - Roma, 25 ott - I rapporti tra politica e magistratura ''oltre ad avere avvelenato la vita del nostro Paese'' hanno ''condizionato negativamente le iniziative di riforma legislativa'' della giustizia, con proposte ''con scopo punitivo'' che ''mirano strumentalmente a riformare i magistrati piuttosto che migliorare la giustizia''. Lo afferma il presidente dell'Anm, Rodolfo Sabelli nel suo intervento introduttivo al XXXI congresso nazionale dell'associazione.

Quanto ai rapporti tra politica e magistratura, ha rimarcato Sabelli, ''proseguono provocazioni e attacchi verbali, legati a singole vicende giudiziarie, accompaganti da campagne giornalistiche offensive e intimidatorie, in un cliche' che evoca un pericoloso clima di scontro che la magistratura rifiuta e al quale oppone l'irrinunciabile necessita' del recupero urgente di una condivisa responsabilita' istituzionale, nel segno del rispetto per l'indipendenza e l'autonomia della giurisdizione, della salvaguardia del bene comune e del rifiuto di particolarismi, pregiudizi e faziosita'''.

Quanto alle iniziative di riforma legislativa della giustizia, questo clima avvelenato ha, sempre secondo il presidente dell'Anm, ''ostacolato quelle necessarie a restituire al processo qualita' ed efficienza, e stimolato d'altro canto proposte che periodicamente si affacciano con scopo punitivo neanche troppo dissimulato che mirano strumentalmente a riformare i magistrati piuttosto che a migliorare la giustizia: riduzione delle competenze del Csm, separazione delle carriere, alterazione dell'equilibrio dei rapporti tra publico ministero e polizia giudiziaria e eliminazione del principio di obbligatorieta' dell'azione penale, per limitarmi a qualche esempio. Ulteriore prova - conclude - e' offerta dal ddl approvato dalla sola Camera negli ultimi mesi della XVI legislatura che mirava a riformare la responsbilita' dei magistrati con l'introduzione di un'azione diretta, che non avrebbe uguali nel mondo occientale''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Referendum, Viminale assicura: matite copiative sono indelebili
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari