domenica 04 dicembre | 03:44
pubblicato il 18/gen/2011 17:26

Giustizia/ Alfano: Su processo penale ora riforme più incisive

C'è stabilità pendenze, lentezza è nemico mortale

Giustizia/ Alfano: Su processo penale ora riforme più incisive

Roma, 18 gen. (askanews) - Sul processo penale servono riforme più incisive. A sottolinearlo è stato il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, nella relazione sullo stato dell'amministrazione della giustizia che sta pronunciando nell'aula del Senato. La lentezza è "il nemico mortale" della giustizia, ha sottolineato Alfano, riferendo come nel campo penale i dati mostrino una sostanziale "stabilità delle pendenze", a differenza di quello che accade nel civile dove per la prima volta da trent'anni a questa parte si registra un calo del 4%. Alla fine di dicembre 2009, ha spiegato il Guardasigilli, i processi penali pendenti erano 3.335.039, nel giugno del 2010 si è passati a 3.290.950: "Segno evidente della necessità di una maggiore incisività degli interventi sul processo penale nella seconda parte della legislatura".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari