martedì 24 gennaio | 06:13
pubblicato il 05/mar/2014 12:04

Giornalisti:Asr, caso Adn Kronos mostra volonta' deregulation agenzie

Giornalisti:Asr, caso Adn Kronos mostra volonta' deregulation agenzie

(ASCA) - Roma, 5 mar 2014 - ''La vicenda Adnkronos e Mak Multimedia deve diventare una vertenza nazionale a tutti gli effetti. Gli ultimi sviluppi, con le irricevibili proposte aziendali messe sul tavolo della trattativa, segnalano un inquietante salto di qualita' negativo nel confronto fra le parti''. Lo afferma il segretario dell'Asr Paolo Butturini in un comunicato, nel quale si spiega inoltre che la vicenda Adn Kronos ''mostra la volonta' di deregulation dei un comparto, quello delle agenzie di stampa''.

Per Butturini, ''quella che il Gruppo Marra ha rappresentato come una proposta per uscire dalla procedura dei licenziamenti collettivi e' in realta' un tentativo di azzerare qualsiasi diritto (pregresso, presente e futuro) dei giornalisti, sia come lavoratori che come professionisti. Per altro mascherando i licenziamenti con una illegittima applicazione della legge 416. In sostanza e' un attacco frontale alla legislazione attuale e alla contrattazione (nazionale e aziendale) che mira a ridefinire i rapporti di forza, portando indietro nel tempo la lancetta delle relazioni sindacali e industriali, al punto da configurare assetti ottocenteschi, con profili persino incostituzionali''.

''Tutto questo avviene all'interno di un comparto, le Agenzie di Stampa Nazionali, gia' sottoposto allo stress di una crisi tutt'altro che risolta, alle prese con un nebuloso progetto di riassetto da parte del Governo ed esposto, piu' di altri, ai cambiamenti epocali della rivoluzione digitale''.

Ringrazio il segretario della Fnsi, Franco Siddi per la sua costante presenza al tavolo della trattativa e il Consiglio Nazionale per la sua solidarieta'. Ma non basta. Servono iniziative forti e mirate a isolare il tentativo del Gruppo Marra di fare da apripista alla totale deregulation delle norme e dei principi. Chiedo alla segreteria della Fnsi di convocare un coordinamento delle Agenzie di Stampa Nazionali e di allertare la categoria intera, rendendo chiaro che la posta in palio e' la salvaguardia dei diritti individuali e collettivi, del contratto di lavoro e della contrattazione aziendale, della dignita' professionale dei colleghi, quindi, in ultima analisi, dell'esistenza stessa di un sindacato dei giornalisti e della categoria. In questo senso chiedo alla Giunta della Fnsi di valutare l'opzione di una giornata di protesta nazionale'', conclude il comunicato.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4