lunedì 05 dicembre | 15:30
pubblicato il 20/lug/2011 08:27

Giornalisti/ Belpietro:Attacchiamo la casta e subito ci indagano

A Napolitano: Dia l'esempio e tagli subito i costi del Quirinale

Giornalisti/ Belpietro:Attacchiamo la casta e subito ci indagano

Roma, 20 lug. (askanews) - "Caro Presidente Napolitano, immagino che lei sia molto arrabbiato per la vignetta e il servizio di Libero di ieri che descriveva i costi del Quirinale paragonandoli a quelli dell'Eliseo". Si apre così l'editoriale di Maurizio Belpietro sulla prima pagina di Libero, con un messaggio rivolto al Capo dello Stato dopo che ieri il direttore è stato indagato per vilipendio per la vignetta dal titolo 'Assedio ai papponi di Stato'. "L'irritazione deve essere salita così in alto da arrivare fino alla procura di Milano, la quale ha prontamente aperto un fascicolo", scrive ancora Belpietro, "non ci conosciamo di persona ma da quanto mi riferiscono lei è molto suscettibile, in particolare a ciò che scrivono i giornali. La qual cosa nonostante l'immagine da nonno della patria che le hanno cucito addosso, ai miei occhi la rende una persona molto normale. Non c'è politico che ami le critiche, neanche quelle lievi e amichevoli e lei non fa eccezione". E però Belpietro ribadisce, illustrando dati sui costi del Quirinale che "la residenza del Capo dello Stato italiano costa più di quella dei suoi omologhi europei. Non voglio darle dispiaceri - scrive ancora il direttore - nè farle andare di traverso il cappuccino, tanto meno mancarle di rispetto, se le è parso che così fosse, anzi, me ne scuso. Il problema è che il nostro paese è vissuto per troppo tempo al di sopra delle proprie possibilità". Secondo Belpietro nessun governo è riuscito finora ad intervenire sui costi della politica perchè chi ci ha provato ha "rischiato di lasciarci le penne....è proprio per questo che mi rivolgo a lei. Un Capo dello Stato non ha nulla da temere. Non rischia la poltrona in quanto non è eletto...non deve badare ai sondaggi e agli umori degli elettori..nè deve far felice il suo partito o chi l'ha nominata" e perciò "la decisione che le chiedo è quella di tagliare i costi del Quirinale. Non l'uno per cento fra due o tre anni ma il dieci subito. Rinunci a qualche auto, ai collaboratori, agli aumenti, riduca le spese generali. Lei può farlo basta che lo voglia...Dia l'esempio signor Presidente, vedrà che altri seguiranno. E il paese gliene renderà merito - conclude Belpietro -: sarà considerato il primo politico che ha avuto il coraggio di stringere la cinghia. E, sia detto con il dovuto rispetto, in un paese di onorevoli papponi non è cosa da poco".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari