sabato 21 gennaio | 14:45
pubblicato il 20/lug/2011 08:27

Giornalisti/ Belpietro:Attacchiamo la casta e subito ci indagano

A Napolitano: Dia l'esempio e tagli subito i costi del Quirinale

Giornalisti/ Belpietro:Attacchiamo la casta e subito ci indagano

Roma, 20 lug. (askanews) - "Caro Presidente Napolitano, immagino che lei sia molto arrabbiato per la vignetta e il servizio di Libero di ieri che descriveva i costi del Quirinale paragonandoli a quelli dell'Eliseo". Si apre così l'editoriale di Maurizio Belpietro sulla prima pagina di Libero, con un messaggio rivolto al Capo dello Stato dopo che ieri il direttore è stato indagato per vilipendio per la vignetta dal titolo 'Assedio ai papponi di Stato'. "L'irritazione deve essere salita così in alto da arrivare fino alla procura di Milano, la quale ha prontamente aperto un fascicolo", scrive ancora Belpietro, "non ci conosciamo di persona ma da quanto mi riferiscono lei è molto suscettibile, in particolare a ciò che scrivono i giornali. La qual cosa nonostante l'immagine da nonno della patria che le hanno cucito addosso, ai miei occhi la rende una persona molto normale. Non c'è politico che ami le critiche, neanche quelle lievi e amichevoli e lei non fa eccezione". E però Belpietro ribadisce, illustrando dati sui costi del Quirinale che "la residenza del Capo dello Stato italiano costa più di quella dei suoi omologhi europei. Non voglio darle dispiaceri - scrive ancora il direttore - nè farle andare di traverso il cappuccino, tanto meno mancarle di rispetto, se le è parso che così fosse, anzi, me ne scuso. Il problema è che il nostro paese è vissuto per troppo tempo al di sopra delle proprie possibilità". Secondo Belpietro nessun governo è riuscito finora ad intervenire sui costi della politica perchè chi ci ha provato ha "rischiato di lasciarci le penne....è proprio per questo che mi rivolgo a lei. Un Capo dello Stato non ha nulla da temere. Non rischia la poltrona in quanto non è eletto...non deve badare ai sondaggi e agli umori degli elettori..nè deve far felice il suo partito o chi l'ha nominata" e perciò "la decisione che le chiedo è quella di tagliare i costi del Quirinale. Non l'uno per cento fra due o tre anni ma il dieci subito. Rinunci a qualche auto, ai collaboratori, agli aumenti, riduca le spese generali. Lei può farlo basta che lo voglia...Dia l'esempio signor Presidente, vedrà che altri seguiranno. E il paese gliene renderà merito - conclude Belpietro -: sarà considerato il primo politico che ha avuto il coraggio di stringere la cinghia. E, sia detto con il dovuto rispetto, in un paese di onorevoli papponi non è cosa da poco".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4