venerdì 09 dicembre | 10:38
pubblicato il 02/lug/2014 14:51

Gioia Tauro: Meloni (FdI-An), Italia esposta a rischi altissimi

(ASCA) - Roma, 2 lug 2014 - ''Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale ha presentato diverse interrogazioni parlamentari per sapere perche' il governo abbia messo a disposizione volontariamente - e senza consultare le istituzioni locali - il porto di Gioia Tauro per il trasbordo delle armi chimiche siriane. Non abbiamo mai ricevuto risposta, cosi' come non c'e' stata data alcuna comunicazione sulle misure messe in campo per garantire la piena sicurezza dei cittadini ed evitare qualunque imprevedibile danno ambientale legato a questa operazione''. Lo scrive nel suo editoriale sul sito www.fratelli-italia.it il presidente di FdI-An, Giorgia Meloni.

''Il governo sceglie di esporre l'Italia ad un rischio altissimo. E probabilmente lo fa perche' la nostra nazione e' sempre disponibile: ci tiene a fare bella figura a livello internazionale e non si tira indietro quando si tratta di dare il suo contributo oneroso. Lo fa in termini di vite e risorse partecipando alle missioni o mettendo a disposizione il suo territorio per interventi che non ci riguardano e non ci portano alcun vantaggio. L'obiettivo e' conquistare crediti - continua il presidente nazionale di Fratelli d'Italia-Alleanza nazionale - ma quando si tratta di far valere questi crediti, guadagnati sulla pelle dei cittadini, chi ci governa si dimostra totalmente incapace di farsi rispettare. Emblematico, infatti, e' il caso di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone i due maro' italiani che da due anni sono illecitamente detenuti in India in piena violazione del diritto internazionale e nella totale indifferenza della comunita' internazionale''. ''Ribadiamo, dunque, la posizione di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale: nessuna ulteriore disponibilita' dell'Italia ad assumersi oneri e impegni internazionali finche' Massimiliano Latorre e Salvatore Girone non torneranno a casa. Perche' se l'Italia deve affrontare emergenze e ingiustizie da sola e non puo' contare sul sostegno della comunita' internazionale, allora la comunita' internazionale non puo' contare sull'Italia quando si tratta di assumersi rischi per fare gli interessi degli altri come nel caso di Gioia Tauro'', conclude Meloni.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina