mercoledì 18 gennaio | 05:38
pubblicato il 02/lug/2014 14:51

Gioia Tauro: Meloni (FdI-An), Italia esposta a rischi altissimi

(ASCA) - Roma, 2 lug 2014 - ''Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale ha presentato diverse interrogazioni parlamentari per sapere perche' il governo abbia messo a disposizione volontariamente - e senza consultare le istituzioni locali - il porto di Gioia Tauro per il trasbordo delle armi chimiche siriane. Non abbiamo mai ricevuto risposta, cosi' come non c'e' stata data alcuna comunicazione sulle misure messe in campo per garantire la piena sicurezza dei cittadini ed evitare qualunque imprevedibile danno ambientale legato a questa operazione''. Lo scrive nel suo editoriale sul sito www.fratelli-italia.it il presidente di FdI-An, Giorgia Meloni.

''Il governo sceglie di esporre l'Italia ad un rischio altissimo. E probabilmente lo fa perche' la nostra nazione e' sempre disponibile: ci tiene a fare bella figura a livello internazionale e non si tira indietro quando si tratta di dare il suo contributo oneroso. Lo fa in termini di vite e risorse partecipando alle missioni o mettendo a disposizione il suo territorio per interventi che non ci riguardano e non ci portano alcun vantaggio. L'obiettivo e' conquistare crediti - continua il presidente nazionale di Fratelli d'Italia-Alleanza nazionale - ma quando si tratta di far valere questi crediti, guadagnati sulla pelle dei cittadini, chi ci governa si dimostra totalmente incapace di farsi rispettare. Emblematico, infatti, e' il caso di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone i due maro' italiani che da due anni sono illecitamente detenuti in India in piena violazione del diritto internazionale e nella totale indifferenza della comunita' internazionale''. ''Ribadiamo, dunque, la posizione di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale: nessuna ulteriore disponibilita' dell'Italia ad assumersi oneri e impegni internazionali finche' Massimiliano Latorre e Salvatore Girone non torneranno a casa. Perche' se l'Italia deve affrontare emergenze e ingiustizie da sola e non puo' contare sul sostegno della comunita' internazionale, allora la comunita' internazionale non puo' contare sull'Italia quando si tratta di assumersi rischi per fare gli interessi degli altri come nel caso di Gioia Tauro'', conclude Meloni.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa