martedì 24 gennaio | 17:14
pubblicato il 29/lug/2015 18:54

Giacomelli: nuovo cda subito perché Camere lente su riforma Rai

Renzi ha evitato decreto ma nuova governance non può aspettare

Giacomelli: nuovo cda subito perché Camere lente su riforma Rai

Roma, 29 lug. (askanews) - La decisione del governo di procedere al rinnovo del cda Rai con la vigente legge Gasparri, mentre alle Camere si sta discutendo della riforma della governance dell'azienda radiotelevisiva, è stata presa perché sui tempi di approvazione del nuovo assetto di Viale Mazzini il Parlamento stava procedendo a rilento. Lo ha spiegato il sottosegretario allao Sviluppo, Antonello Giacomelli, intervenendo in aula al Senato dopo la lettera inviata dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan al presidente della commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai. Spiegando anche che "il governo avrebbe potuto anche fare un decreto e i precedenti c'erano ma non lo ha fatto per scelta del presidente del Consiglio".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
Governo
A P.Chigi summit Gentiloni e ministri su sicurezza-immigrazione
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
M5s
Grillo a eletti M5s: siete portavoce, linea la decidono iscritti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4