martedì 21 febbraio | 04:55
pubblicato il 29/lug/2015 18:54

Giacomelli: nuovo cda subito perché Camere lente su riforma Rai

Renzi ha evitato decreto ma nuova governance non può aspettare

Giacomelli: nuovo cda subito perché Camere lente su riforma Rai

Roma, 29 lug. (askanews) - La decisione del governo di procedere al rinnovo del cda Rai con la vigente legge Gasparri, mentre alle Camere si sta discutendo della riforma della governance dell'azienda radiotelevisiva, è stata presa perché sui tempi di approvazione del nuovo assetto di Viale Mazzini il Parlamento stava procedendo a rilento. Lo ha spiegato il sottosegretario allao Sviluppo, Antonello Giacomelli, intervenendo in aula al Senato dopo la lettera inviata dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan al presidente della commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai. Spiegando anche che "il governo avrebbe potuto anche fare un decreto e i precedenti c'erano ma non lo ha fatto per scelta del presidente del Consiglio".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia