lunedì 05 dicembre | 05:42
pubblicato il 23/set/2013 12:47

Germania2013: Brunetta, vittoria Merkel? Attenti alla pax tedesca

Germania2013: Brunetta, vittoria Merkel? Attenti alla pax tedesca

(ASCA) - Roma, 23 set - ''La vittoria della Merkel e' un caso serio. Non e' il caso di liquidarla con faciloneria come un successo del Partito popolare europeo e dunque del centrodestra. Infatti, il programma del cancelliere tedesco, su cui ha costruito il proprio consenso, si basa su idee che non hanno nulla della tradizione europeistica del Partito popolare, ed hanno anzi negato - con l'enfasi portata sui conti e sull'austerita', e sulla primazia tedesca - uno dei principi centrali che stanno alla base dello statuto di questa realta' politica cui Forza Italia ha aderito e intende aderire: la solidarieta' e l'uguaglianza tra popoli e Paesi''. Lo afferma Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl.

''Quando l'Unione Europea diede un vigoroso aiuto morale e anche finanziario alla riunificazione tedesca, - continua Brunetta - con l'ambizione di europeizzare la Germania, armonizzandone la potenza e la cultura ad un disegno di pace autentica e prospera per tutti, non si pensava che questa ritrovata forza tedesca, pompata dall'Europa, sarebbe finita invece nella pretesa egemonica di questo grande Paese e della sua leader, che con tratto da furba massaia, continua nel suo disegno di germanizzare l'Europa su cui insediarsi come leader''.

Parafrasando Tacito il rischio e' di una pax tedesca. Ubi solitudinem faciunt, pacem appellant. Hanno fatto il deserto, e l'hanno chiamata pace. La speranza e' che la Merkel sia costretta oppure liberamente decida di dar vita alla Grande Coalizione con i socialdemocratici. Non perche' Forza Italia sposi le idee degli avversari di sinistra della Merkel. Ma la Grosse Koalition darebbe modo di impedire il trionfo di un pensiero unico che dalla Germania si espanda per tutto il continente. Passando dal ''Meglio rossi che morti' degli anni '80, al meglio tedeschi che morti. Non sarebbe la stessa tragedia, ma addio a un bel pezzo di liberta''', conclude Brunetta.

com-ceg/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari