lunedì 20 febbraio | 23:49
pubblicato il 14/giu/2013 12:00

Gay/Idem: Unioni civili per garantire diritti chi si vuole bene

"Non si deve pensare che si parli di matrimonio in chiesa"

Gay/Idem: Unioni civili per garantire diritti chi si vuole bene

Palermo, 14 giu. (askanews) - Bisogna eliminare "alcuni pregiudizi nei confronti di questo tema. Non parliamo di matrimonio gay, non devono pensare che c'è un prete che deve celebrare un matrimonio in chiesa, ma parliamo di unioni civili che devono garantire diritti a persone che si vogliono bene". Lo ha detto il ministro delle Pari opportunità Josefa Idem, a margine dell'inaugurazione del gay pride nazionale ai cantieri culturali della Zisa a Palermo, rispondendo a chi chiede come vede la possibilità di matrimoni gay. Riguardo alle adozioni da parte di coppie omosessuali, Idem ha risposto: "Direi che andiamo passo per passo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia