venerdì 09 dicembre | 22:36
pubblicato il 26/set/2014 19:29

Gasparri a Patriarca: Stia calmo, faccia qualcosa per la famiglia

"Evitarne la morte a colpi di unioni e adozioni gay" (ASCA) - Roma, 26 set 2014 - "Patriarca e' tale solo di cognome e non per ruolo ecclesiastico. Stia calmo e pensi con tutti i cattolici impegnati in politica a fare cose giuste". Lo ha dichiarato in una nota il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri (Fi), replicando al deputato del Partito democratico Edoardo Patriarca, che lo ha accusato di usare "a proprio uso e consumo quanto ha detto segretario generale della Cei, monsignor Galantino".

"Non c'e' solo necessita' - ha aggiunto Gasparri - di attuare politiche fiscali ed economiche per le famiglie. Bisogna evitare la morte della famiglia a colpi di unioni e adozioni gay, di evitare di alimentare la pratica degli uteri in affitto, di combattere la droga non di favorirne lo spaccio come fanno alcune norme di Renzi. C'e' una situazione allarmante. E la Cei - ha concluso l'esponente azzurro - dopo lunga e paziente attesa ha parlato chiaro".

Pol/Bar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Emiliano: Renzi si dimetta anche da segretario del Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina