lunedì 05 dicembre | 05:53
pubblicato il 18/feb/2014 12:00

Galantino: su nuovi statuti Cei aperti a ulteriori discussioni

"Previste assemblee Cei a maggio e novembre"

Galantino: su nuovi statuti Cei aperti a ulteriori discussioni

Roma, 18 feb. (askanews) - La questione della riforma degli statuti della Conferenza epicopale italiana "sta calamitando l'attenzione di tutti. Il cambio di Statuto però non è la preoccupazione più assillante dei vescovi italiani. Quello che ha chiesto il Santo Padre, e su questo sì, siamo molto impegnati, è un maggior coinvolgimento della Conferenza episcopale italiana, e quando parlo di Cei intendo parlare dei singoli vescovi, delle Conferenze episcopali regionali, di quelle singole realtà che sono la vita ecclesiale". Lo afferma il segretario generale della Cei, mons. Nunzio Galantino, in un'intervista a Famiglia cristiana. "Che vi sia più consultazione, più dialogo. Anche per questo, dopo il Consiglio permanente abbiamo mandato il comunicato a tutti i vescovi, così che, in vista del prossimo appuntamento di marzo, possano ancora esprimersi, dare la loro opinione. E poi, dopo il Consiglio permanente ci attende l'Assemblea (di primavera, ndr.) dove saranno portate le proposte. E ancora una volta si discuterà. Se non saremo ancora arrivati a maturare in maniera consapevole e condivisa una soluzione, allora discuteremo ancora". Dopo il Consiglio permanente, spiega ancora il segretario della Cei scelto da Papa Bergoglio, "abbiamo mandato il comunicato a tutti i vescovi, così che, in vista del prossimo appuntamento di marzo, possano ancora esprimersi, dare la loro opinione. E poi, dopo il Consiglio permanente ci attende l'Assemblea dove saranno portate le proposte". Ancora: "Sappiamo che l'Italia ha una sua caratterizzazione peculiare. E' la Conferenza che ha il Papa come primate e dunque come soggetto che nomina il presidente della Cei. Il Papa ha chiesto di allinearsi di più con le altre Conferenze episcopali nazionali, conservando quello specifico che caratterizza la Chiesa italiana". Inoltre, "nell'Assemblea straordinaria di novembre parleremo innanzitutto della formazione del clero. E' un tema che ci sta molto a cuore e che è molto importante. Sia la formazione in entrata, dei seminaristi, sia quella permanente del clero. E' uno dei temi decisivi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari