lunedì 05 dicembre | 06:15
pubblicato il 17/giu/2013 12:00

G8/ Oggi e domani il summit in Irlanda, Letta al debutto

Italia ottiene riferimento forte sul Lavoro nel comunicato finale

G8/ Oggi e domani il summit in Irlanda, Letta al debutto

Roma, 17 giu. (askanews) - Non solo il Consiglio Europeo di fine mese ma anche il G8 che si apre oggi a Lough Erne in Irlanda del Nord avrà tra i suoi temi il contrasto alla disoccupazione giovanile. Una "impronta forte" voluta dal Premier Enrico Letta sul summit, per il suo debutto al summit dei grandi della terra. Un G8 che per volontà del primo ministro britannico David Cameron costituirà un ritorno alle origini a quel clima informale che consente ai leader mondiali di affrontare a viso aperto tutte le questioni cruciali del momento, sulle quali anche nei mesi successivi i 'Grandi' potranno esercitare influenza. Concretizzando il tutto in un comunicato finale che si annuncia "agile, snello e puntato sulla dimensione economica", in modo da rendere il G8 complementare con il G20 dopo che negli ultimi anni il boom degli emergenti ha offuscato il format più ristretto. Da palazzo Chigi rivendicano a Letta avere "fortemente voluto" un riferimento esplicito nel comunicato finale del G8 all'obiettivo di aggredire il fenomeno della disoccupazione, soprattutto giovanile, per mettere in sintonia l'incontro degli Otto Grandi con il Consiglio Ue di fine mese il G20 di settembre. L'agenda fissata da Cameron si snoderà lungo i vari temi puntando in ognuno di essi a risultati in termini di trasparenza ed equità: lotta all'evasione e all'elusione fiscale, finanza, benefici per i Paesi in via di sviluppo dall'estrazione di materie prime nei loro territori, sicurezza alimentare. Letta avrà in ogni caso oggi e domani l'occasione per incontrare nuovamente i leader europei e per parlare per la prima volta faccia a faccia con il presidente americano Barak Obama. Nessun bilaterale fissato ufficialmente, ma la certezza che nel clima informale di Lough Erne i due potranno parlare di persona dei temi del vertice e soprattutto della lotta alla disoccupazione, su cui Obama ha già assicurato il suo sostegno nel corso della confversazione telefonica avuta subito dopo l'insediamento di Letta a palazzo Chigi. Tra i colloqui, inoltre, è dato per sicuro anche quello con il presidente russo Vladimir Putin, in cui si parlerà de temi dell'agenda internazionale ma anche degli "eccellenti" rapporti bilaterali che saranno presto al centro del vertice italo-russo che sarà ospitato in Italia.Ma la presenza di Putin sarà soprattutto "un'importante opportunità" per discutere della situazione della Siria che sta creando "crescente allarme" per una situazione "drammatica" dal punto di vista democratico e sociale di un conflitto di cui "non si vede la conclusione" con "numeri impressionanti di profughi". Si parlerà anche del processo di pace in Medioriente e di Libia, Paese in cui "continua a preoccupare l'instabilità" e dove l'Italia punta ad un "rafforzamento dlle istituzioni" per "dare più sicurezza ai cittadini libici e cogliere al meglio le opportunità di crescita".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari