venerdì 02 dicembre | 19:34
pubblicato il 05/set/2013 12:00

G20/ Letta esprime a Ban Ki-moon preoccupazione per la Siria

Su economia: "Abbiamo bisogno di una finanza per lo sviluppo"

G20/ Letta esprime a Ban Ki-moon preoccupazione per la Siria

San Pietroburgo, 5 set. (askanews) - Si è conclusa poco fa la prima sessione di lavoro del G20 in corso oggi e domani a San Pietroburgo, in Russia. La sessione è stata dedicata alla crescita e alle strategie per far ripartire l'occupazione. Una discussione lunga, oltre l'orario previsto dal Cerimoniale, con interventi focalizzati sulle misure per rilanciare l'economia e favorire la lotta alla disoccupazione. Alla fine dei lavori il Presidente del Consiglio, Enrico Letta, ha avuto anche modo di intrattenersi in un colloquio con il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, cui ha espresso la propria preoccupazione per la situazione di crisi in Siria. Letta al G20 è intervenuto facendo una rapida ricognizione degli sforzi compiuti dall'Italia negli ultimi anni, dei risultati raggiunti e delle riforme messe in campo, cogliendo l'occasione, tra l'altro, per presentare più nel dettaglio ai leader della comunità internazionale contenuti e tempistica di "Destinazione Italia", il piano del governo italiano per l'attrazione degli investimenti. Letta, inoltre, ha chiesto ai capi di Stato e di governo presenti di continuare a operare per una regolamentazione efficace della finanza a livello globale. "Abbiamo bisogno di una finanza per lo sviluppo, all'altezza dei tempi che viviamo. Di un sistema ben regolato in grado di favorire gli investimenti e sostenere le imprese e i bisogni quotidiani delle famiglie e delle persone" ha ricordato, ribadendo anche l'importanza di una rapida entrata in vigore della Banking Union europea. Il presidente ha poi nuovamente espresso la volontà italiana di spingere per un accordo concreto a livello G20 sulla lotta all'evasione fiscale con lo scambio automatico di informazioni e il piano d'azione per combattere l'elusione fiscale. "In questo G20 - ha confermato il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni - l'attenzione di tutti i leader del mondo si è spostata sulla crescita. Mi sembra che stia emergendo la volontà condivisa di rimuovere i freni allo sviluppo dopo anni di crisi e allo stesso tempo di collaborare per affrontare adeguatamente i fenomeni finanziari che generano turbolenza e incertezza". A margine dei lavori della prima sessione, infine, Letta ha avuto modo di intrattenersi in un colloquio con il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, cui ha espresso la propria preoccupazione per la situazione di crisi in Siria.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Centrodestra
Berlusconi in tv propone leadership a Del Debbio: "ci rifletta"
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari