martedì 28 febbraio | 15:46
pubblicato il 16/mag/2013 14:59

Fvg: Serracchiani a Moavero, imprese patiscono concorrenza extra Ue

(ASCA) - Trieste, 16 mag - La Presidente della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani ha incontrato oggi a Roma il ministro per gli Affari Europei Enzo Moavero Milanesi.

Tra i temi trattati nel corso dell'incontro, l'inserimento del Friuli Venezia Giulia nel nuovo programma 'Danube', considerato prioritario per evitare la totale esclusione dell'Italia dalla mappatura della Macroregione Danubiana e dall'attuazione delle strategie di sviluppo connesse. A tal fine e' stata sottolineata l'intenzione di aprire un canale di coordinamento con il ministro della Coesione territoriale Carlo Trigilia.

E' stata inoltre ribadita la volonta' di seguire con molta attenzione il percorso di preparazione del Piano d'Azione della Strategia europea per la Macroregione Adriatico Ionica.

Un'altra questione rilevante discussa e' stata quella degli aiuti di Stato a finalita' regionale, rientranti nel pacchetto complessivo sul negoziato avviato dalla Commissione in materia di aiuti di Stato, che il FVG coordina a livello di regioni italiane.

E' stata sottolineata al ministro la necessita' di una forte e autorevole azione politica del Governo nei confronti della Commissione, affinche' la distribuzione delle aree ammesse agli aiuti di Stato sia piu' equa e il Friuli Venezia Giulia non sia penalizzato, insistendo ad esempio perche' alle aree in crisi e alle regioni di confine/prossimita' come la nostra siano concesse maggiori deroghe.

Serracchiani, annunciata la predisposizione per il ministro di un documento che mappera' la realta' della regione e dei suoi territori, ha evidenziato l'importanza di accedere agli aiuti di Stato sia per le grandi industrie in riconversione, sia per le piccole e piccolissime imprese che hanno problemi di accesso al credito.

Portata all'attenzione del ministro Moavero anche la nuova proposta sul ''Made in'', presentata alla Commissione europea lo scorso 13 febbraio, che richiede una strategia di lungo respiro e che non puo' condurre a una contrapposizione tra i grandi e i piccoli produttori.

Ricordando che alcuni settori in Friuli Venezia Giulia patiscono molto la concorrenza extra-Ue, la presidente della Regione ha invitato il Governo a una forte collaborazione Stato-Regione a tutela dell'imprenditoria e delle eccellenze territoriali.

''E' proprio in un momento di pesante crisi economica - ha concluso Serracchiani - che diventa indispensabile una maggiore collaborazione tra Stato e Regione per la definizione delle politiche comunitarie''.

fdm/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Vitalizi
M5s: Boldrini calendarizza nostra proposta su pensioni deputati
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech