martedì 17 gennaio | 02:14
pubblicato il 08/lug/2014 17:58

Fvg: Serracchiani a Belgrado, sostegno a ingresso Serbia in UE

(ASCA) - Trieste, 08 lug 2014 - L'ingresso della Serbia nell'Unione europea e' stato al centro, oggi a Belgrado, del colloquio che la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani ha avuto con il presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic.

Il Friuli Venezia Giulia, ha dichiarato la presidente Serracchiani al presidente Nikolic nel corso di un colloquio svoltosi nella sede della Presidenza della Repubblica, al quale ha partecipato l'ambasciatore d'Italia a Belgrado Giuseppe Manzo, intende svolgere ''ogni azione, sostanziale e non formale, per favorire e sostenere l'ingresso della Serbia nella Ue''.

Una volonta' - ribadita sempre oggi a Belgrado anche negli incontri con la presidente del Parlamento Maja Gojkovic e la responsabile nei negoziati per l'adesione della Serbia alla Ue, Tanja Miscevic - dettata anche dal ruolo e dalla collocazione storico-territoriale del Friuli Venezia Giulia, da sempre coinvolta nei processi e nelle relazioni con l'area balcanica e soprattutto con la Serbia.

''I Governi cambiano - ha cosi' sottolineato il presidente Nikolic - ma le relazioni con l'Italia rimangono buone'' e questo orientamento non subira' modifiche in futuro, ha aggiunto, ricordando anche le strette collaborazioni in atto tra la Provincia autonoma della Vojvodina ed il Friuli Venezia Giulia: ''la sua regione e' molto sviluppata - ha annotato Nikolic - e forse oggi questo tipo di relazioni debbono essere incrementate al livello nazionale''.

''Siamo una regione 'ambiziosa''', ha indicato Serracchiani, e dunque ''non ci accontentiamo'', volendo incrementare il tasso di cooperazione con l'intera Serbia, a partire ad esempio dalla partita delle infrastrutture viarie, strategica per tutta l'area, e dal settore della ricerca e sviluppo.

''Il Friuli Venezia Giulia sostiene ed incoraggia il cammino di riforme avviato dalla Serbia'', ha poi osservato Serracchiani, confermando - in questo contesto - il rinnovo dell'accordo di collaborazione (sottoscritto nel 2009) tra Serbia e Friuli Venezia Giulia, ''arricchendolo e potenziandolo, per una sua maggiore efficacia'': il nuovo testo, ha sottolineato Serracchiani, dopo le verifiche con il nostro Governo nazionale, ''ci auguriamo possa essere firmato a Trieste nei prossimi mesi''.

fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello