sabato 21 gennaio | 10:27
pubblicato il 04/feb/2013 08:48

Fvg: Berlusconi, via libera al partito di Renzo Tondo

(ASCA) - Udine, 4 feb - Silvio Berlusconi da' il via libera al partito regionale che il candidato del centrodestra alla presidenza del Friuli Venezia Giulia, Renzo Tondo, si prepara a varare. ''Non sono particolarmente affezionato alla forma-partito: ho sempre inteso il Popolo della Liberta' come una comunita' di donne e uomini uniti da comuni valori, comuni ideali, un comune progetto. Le forme organizzative si possono adattare alle circostanze e all'esigenza fondamentale di coinvolgere tutti i moderati nel modo migliore''.

Berlusconi sara' oggi a Trieste per festeggiare i primi 50 anni dell'autonomia speciale. La specialita' - anticipa in una intervista al Piccolo - ha significato ''quando l'autonomia e' utilizzata bene, come nel caso del Friuli. Io vengo nella vostra regione proprio per festeggiare il cinquantenario dell'autonomia regionale.

Aggiungo che i nostri governi hanno fatto molto per la Regione autonoma del Friuli Venezia Giulia. Con il Governo Monti invece si e' avuta una inversione di tendenza, verso una limitazione dell'autonomia che giudico negativamente''.

Perplessita', invece, da parte di Berlusconi, sull'integrazione del Fvg in una macroregione del Nord.

''Naturalmente sta ai friulani e ai giuliani scegliere. Da parte mia posso solo dire che la vostra e' una regione con delle caratteristiche differenti dalle altre.

E quindi e' difficile immaginare un'integrazione cosi' stretta con regioni che hanno caratteristiche diverse. Ma certo le regioni produttive del nord possono fare fronte comune nel porre con forza la ''questione settentrionale'', che in Italia esiste e non e' meno importante della questione meridionale''.

''Non devo perdonare nessuno, perche' nessuno mi ha offeso'', dice Berlusconi, che oggi sara' a Trieste, e incontrera' proprio Tondo che gli aveva chiesto di fare un passo indietro.

''Renzo Tondo ha espresso delle opinioni che non hanno mai messo in discussione l'unita' del nostro progetto politico.

Opinioni rispettabili, e dette con chiarezza, senza i sotterfugi e le manovre trasversali di altri. E comunque io non devo perdonare nessuno. Perche' nessuno mi ha offeso sul piano personale''. Berlusconi conclude spiegando che ''Tondo viene ricandidato perche' e' un ottimo governatore, e una persona leale verso gli elettori''.

red-fdm/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4