sabato 10 dicembre | 06:58
pubblicato il 04/feb/2013 08:48

Fvg: Berlusconi, via libera al partito di Renzo Tondo

(ASCA) - Udine, 4 feb - Silvio Berlusconi da' il via libera al partito regionale che il candidato del centrodestra alla presidenza del Friuli Venezia Giulia, Renzo Tondo, si prepara a varare. ''Non sono particolarmente affezionato alla forma-partito: ho sempre inteso il Popolo della Liberta' come una comunita' di donne e uomini uniti da comuni valori, comuni ideali, un comune progetto. Le forme organizzative si possono adattare alle circostanze e all'esigenza fondamentale di coinvolgere tutti i moderati nel modo migliore''.

Berlusconi sara' oggi a Trieste per festeggiare i primi 50 anni dell'autonomia speciale. La specialita' - anticipa in una intervista al Piccolo - ha significato ''quando l'autonomia e' utilizzata bene, come nel caso del Friuli. Io vengo nella vostra regione proprio per festeggiare il cinquantenario dell'autonomia regionale.

Aggiungo che i nostri governi hanno fatto molto per la Regione autonoma del Friuli Venezia Giulia. Con il Governo Monti invece si e' avuta una inversione di tendenza, verso una limitazione dell'autonomia che giudico negativamente''.

Perplessita', invece, da parte di Berlusconi, sull'integrazione del Fvg in una macroregione del Nord.

''Naturalmente sta ai friulani e ai giuliani scegliere. Da parte mia posso solo dire che la vostra e' una regione con delle caratteristiche differenti dalle altre.

E quindi e' difficile immaginare un'integrazione cosi' stretta con regioni che hanno caratteristiche diverse. Ma certo le regioni produttive del nord possono fare fronte comune nel porre con forza la ''questione settentrionale'', che in Italia esiste e non e' meno importante della questione meridionale''.

''Non devo perdonare nessuno, perche' nessuno mi ha offeso'', dice Berlusconi, che oggi sara' a Trieste, e incontrera' proprio Tondo che gli aveva chiesto di fare un passo indietro.

''Renzo Tondo ha espresso delle opinioni che non hanno mai messo in discussione l'unita' del nostro progetto politico.

Opinioni rispettabili, e dette con chiarezza, senza i sotterfugi e le manovre trasversali di altri. E comunque io non devo perdonare nessuno. Perche' nessuno mi ha offeso sul piano personale''. Berlusconi conclude spiegando che ''Tondo viene ricandidato perche' e' un ottimo governatore, e una persona leale verso gli elettori''.

red-fdm/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina