mercoledì 18 gennaio | 03:02
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Fratelli d'Italia presenta simbolo: Pronti a candidare i 2 marò

Meloni: No condannati primo grado in lista, primarie parlamentari

Roma, 21 dic. (askanews) - Fratelli d'Italia - Centrodestra nazionale, il nuovo soggetto politico lanciato da Ignazio La Russa, Guido Crosetto e Giorgia Meloni è pronto a candidare alle Politiche i due marò italiani attualmente detenuti in India. Lo ha reso noto l'ormai ex coordinatore del Pdl, presentando il simbolo del partito in una conferenza stampa nella galleria Alberto Sordi a Roma. "Metto a disposizione i nostri migliori posti per i due marò, devono rientrare per svolgere un ruolo parlamentare", ha assicurato. Il simbolo, mostrato alla stampa alla presenza dei parlamentari che hanno aderito al nuovo contenitore (da Massimo Corsaro a Fabio Rampelli, fino a Giuseppe Cossiga), presenta la scritta 'Fratelli d'Italia', un nodo tricolore, mentre in basso il 'sottotitolo' è 'Centrodestra nazionale'. Nel complesso ricorda quello di Alleanza nazionale. La linea politica prova a chiarirla Meloni: "Qualcosa non ha funzionato nel Pdl, per questo diamo vita a un soggetto di centrodestra, che avrà al centro la meritocrazia. Ci mettiamo in gioco, saremmo tornati senza problemi in Parlamento, ma non facciamo politica per mantenere la poltrona. Saremo alleati di Berlusconi, che sarà capo della coalizione, se non farà la scelta di sostenere Monti". Anche se, ribadisce, meglio sarebbe stato se il Cavaliere non si fosse ricandidato: "Sarebbe bello". L'ex ministro della Gioventù ha promesso inoltre che non saranno candidati i condannati, anche in primo grado, e che per scegliere i parlamentari si ricorrerà allo strumento delle primarie. Crosetto ha voluto ricordare i rischi dell'addio al Pdl, poi ha ribadito tutti i rischi di portare avanti una campagna elettorale fuori dal partito di via dell'Umiltà: "Riconosceteci la dignità della scelta". Fratelli d'Italia spiegherà la propria visione dell'Europa e le ricette per superare la crisi, guardando "più che alle tre o quattro grandi banche alle piccole e medie imprese". "Sarà una fusione tra culture molto diverse", ha aggiunto, per poi rilanciare: "Diremo che le primarie si faranno con le Politiche e che il leader del futuro sarà quello che prenderà più voti tra i partiti alleati".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa