martedì 28 febbraio | 15:31
pubblicato il 02/ott/2013 12:00

Frase choc su Vendola, il capogruppo Lega a Milano nella bufera

Morelli si scusa, ma Sel non perdona: ne risponderà in Tribunale

Frase choc su Vendola, il capogruppo Lega a Milano nella bufera

Milano, 2 ott. (askanews) - Bufera sul capogruppo della Lega Nord al Consiglio comunale di Milano, Alessandro Morelli, per una fotografia di Nichi Vendola e del suo compagno pubblicata ieri sera sul proprio profilo Facebook accompagnata dalla scritta "Gay e pedofilo". Poche ore dopo il post e la foto sono stati cancellati dallo stesso Morelli che si è scusato per la sua "leggerezza": "Il mio post era riferito al tema delle adozioni e al fatto che si parli di genitore 1 o genitore 2, l'altra frase contenuta nella foto, che avevo condiviso sul social network, non l'avevo neanche letta. Ho sbagliato a pubblicare una cosa non mia che non condivido e me ne scuso, ma resta comunque apertissimo il tema delle adozioni e spero di parlarne nei prossimi giorni a un dibattito al quale mi piacerebbe partecipasse lo stesso Vendola". "Morelli stia tranquillo, delle sue farneticanti e miserabili parole su Facebook contro Nichi Vendola ne risponderà in tribunale" ha replicato Sel. "La definizione di pedofilo riferita a Nichi Vendola in quanto omosessuale, esige una risposta chiara" ha aggiunto Luca Gibillini, consigliere comunale Sel a Milano. "Questo è un fatto politico e culturale gravissimo. Tale affermazione è chiaramente incompatibile con qualsivoglia ruolo istituzionale - ha continuato Gibillini e le dimissioni dal Consiglio sono per noi l'unica opzione possibile". "Non ci siamo mai sottratti al confronto e al conflitto politico - ha proseguito il consigliere comunale di Sel -, ma questo imbarbarimento, che arriva alla più infame delle accuse, oltre a meritare la querela di Nichi Vendola, necessita una presa di posizione chiara e immediata". In conclusione "non siamo più disposti a tollerare da parte di esponenti leghisti la violenza, il razzismo e le discriminazioni continui. Anche per rispetto di milioni di cittadini milanesi ed italiani omosessuali e non solo". Morelli è stato anche assessore al turismo e marketing territoriale durante l'amministrazione Moratti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Vitalizi
M5s: Boldrini calendarizza nostra proposta su pensioni deputati
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech