domenica 11 dicembre | 05:47
pubblicato il 02/ago/2012 20:56

Francoforte gela summit Madrid, ma Monti: Non servono aiuti

E avverte: Con spread troppo alto rischio governo anti Ue

Francoforte gela summit Madrid, ma Monti: Non servono aiuti

Madrid, 2 ago. (askanews) - Milano -4,6%, Madrid -5,1%, spread a 509. Quando Mario Monti è sceso con Mariano Rajoy in conferenza stampa dopo oltre due ore di incontro alla Moncloa, il tracollo dei mercati pesa come un macigno sui due leader. Poco prima, a Francoforte, Mario Draghi aveva gelato le aspettative degli investitori, cedendo alla linea della Bundesbank, innescando l'ennesimo giovedì nero delle Borse. Poco di tutto questo, però, traspare dalle parole del premier italiano e del suo omologo spagnolo. Anzi, Monti invita tutti a considerare "passi avanti" quelli compiuti dalla Bce. Sono piuttosto i mercati - sostiene - a non aver del tutto colto la portata delle novità, mossi come sono dalla necessità di dover agire in un "millesimo di secondo". Quanto all'Italia, il premier continua ufficialmente a spargere cauto ottimismo: al momento non è in agenda la richiesta di accesso allo scudo antispread, mentre l'ipotesi di un salvataggio semplicemente non esiste, "il nostro è uno dei bilanci più solidi dell'Ue". Eppure, le aspettative frustrate dalla riunione del consiglio dei governatori, le tensioni sui mercati, tutte le difficoltà di una trattativa che procede per strappi certo non allontanano un'eventuale richiesta italiana di accesso all'ombrello anti spread e dunque un'eventuale firma del memorandum. Il presidente del Consiglio - sceso in conferenza stampa in ritardo rispetto alla tabella di marcia - si mantiene cauto, "non so se lo scudo ci occorre e se lo chiederemo", e nega che esista un legame tra questa vicenda e la permanenza in carica del suo esecutivo: "La vita del governo è destinata a durare quanto la vita residua della legislatura". Parlamento permettendo, precisa. Il premier invita dunque a mantenere i nervi saldi nonostante le turbolenze, mettendo nero su bianco nella dichiarazione congiunta al termine del summit che i due Paesi faranno "tutto ciò che è necessario per proteggere" e "mantenere l'integrità e la stabilità della zona euro". Nervi saldi, anche se Monti sembra lievemente irritato quando un cronista traccia un parallelo tra eventuali bail out di Madrid e Roma. Il Professore distingue e precisa: "Di salvataggio di Stati, per l'Italia, non si pone il problema, grazie al cielo abbiamo uno dei bilanci pubblici più solidi d'Europa". Nonostante tutto, però, il precipizio non scompare dall'orizzonte e la battaglia in sede europea resta prioritaria per uscire dal tunnel. Non a caso Monti invita "tutti" a fare i "compiti a casa", con una postilla: "Senza contraddirci". E non a caso il premier insiste sulla necessità di "vigilanza bancaria europea", sollecita misure di "accompagnamento" anti spread, invoca un'accelerazione che dia forma e sostanza alle decisioni dell'ultimo Consiglio Ue. Il problema restano però i mercati, che scorgono invece una frenata targata Francoforte e registrano un successo della linea dei falchi tedeschi. Nonostante gli sforzi dei Paesi in prima linea sul fronte dell'attacco speculativo, nonostante anche le parole spese da Monti proprio per scongiurare questo rischio. Come in Finlandia, quando di buon mattino il presidente del Consiglio aveva lanciato segnali in chiave interna, ma con lo scopo di provocare reazioni anche oltre confine: "Lo spread alto non porta buone politiche e riforme, ma l'esatto contrario, vi assicuro che se lo spread rimane a questo livello" per qualche tempo "vedrete un governo antieuropeista, antieuro e anti disciplina fiscale in carica in Italia". Segnali che non hanno sortito forse l'effetto sperato, al pari del richiamo alla valenza "comunitaria" del "problema" degli spread, come lascerebbe intendere la linea emersa dalla riunione Bce a Francoforte.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina