giovedì 08 dicembre | 17:05
pubblicato il 20/feb/2014 12:00

Francesco apre il concistoro: "famiglia cellula fondamentale"

"Dio ha benedetto unione uomo-donna ma no a esame casistico"

Francesco apre il concistoro: "famiglia cellula fondamentale"

Città del Vaticano, 20 feb. (askanews) - "La famiglia è la cellula fondamentale della società umana". E "in questi giorni rifletteremo in particolare sul fatto che fin dal principio il Creatore ha posto la sua benedizione sull'uomo e sulla donna affinché fossero fecondi e si moltiplicassero sulla terra e che così la famiglia rappresenta nel mondo come il riflesso di Dio, uno e trino.". Ma "lo faremo con con profondità e senza cadere nella "casistica", perché farebbe inevitabilmente abbassare il livello del nostro lavoro". Lo ha sottolineato Papa Francesco, portando stamani il suo saluto nell'aula del Sinodo in Vaticano, all'apertura dei lavori del Consistoro straordinario per riflettere in particolare sul tema della famiglia che vede riunito con lui oggi e domani l'intero collegio dei Cardinali al quale prendono parte anche coloro che saranno creati Cardinali nel concistoro Ordinario pubblico di sabato prossimo. "La famiglia oggi - ha ammonito Papa Francesco- è disprezzata, è maltrattata, e quello che ci è chiesto è di riconoscere quanto è bello, vero e buono formare una famiglia, essere famiglia oggi; quanto è indispensabile questo per la vita del mondo, per il futuro dell'umanità". Di controp, "è dovere dei padri della Chiesa "mettere in evidenza il luminoso piano di Dio sulla famiglia e aiutare i coniugi a viverlo con gioia nella loro esistenza, accompagnandoli in tante difficoltà". Motivo per cui "la nostra riflessione avrà sempre presente la bellezza della famiglia e del matrimonio, la grandezza di questa realtà umana così semplice e insieme così ricca, fatta di gioie e speranze, di fatiche e sofferenze, come tutta la vita" e dunque "cercheremo di approfondire la teologia della famiglia e la pastorale che dobbiamo attuare nelle condizioni attuali". "Vi saluto cordialmente e ringrazio con voi il Signore - ha concluso il Papa il suo saluto ai Cardinali- che ci dona queste giornate di incontro e di lavoro comune". E "diamo il benvenuto in particolare ai vonfratelli che sabato saranno creati Cardinali e li accompagniamo con la preghiera e l'affetto fraterno".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi: chi non vuole voto sostenga governo o urne dopo Consulta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni