domenica 04 dicembre | 04:59
pubblicato il 18/lug/2014 13:51

Fondi Ue: Fanelli (Anci), Governo e Regioni coinvolgano i Comuni

(ASCA) - Roma, 18 lug 2014 - ''La trattativa a livello comunitario per definire il prossimo Accordo di partenariato, che governera' l'utilizzo delle risorse Ue, ha visto l'attivo coinvolgimento dei Comuni. La stessa cosa deve pero' avvenire a livello nazionale e regionale. Il territorio deve essere il soggetto che puo' creare piu' servizi per l'occupazione, per questo l'agenda urbana deve avere un'attenzione massima sia in termini di obiettivi che di risorse finanziarie dedicate''. Lo afferma Micaela Fanelli, delegato Anci alle Politiche comunitarie che ieri, durante l'Ufficio di presidenza dell'Associazione, ha illustrato uno studio dell'Ifel sullo stato di attuazione del quadro strategico nazionale 2007-2013. Lo studio, elaborato sui dati della piattaforma OpenCoesione, scatta una fotografia puntuale dello stato di attuazione del precedente ciclo di programmazione comunitaria evidenziando innanzitutto come siano state le Regioni ad aver trovato le difficolta' maggiori nel far partire gli interventi: in media, dei progetti che attuano, 1 su 4 e' ancora fermo ai blocchi di partenza. Per contro sono state molto buone le performance dei Comuni chiamati ad attuare i progetti: ''''Basti pensare - ha sottolineato Fanelli - allo stato di avanzamento della rendicontazione dei municipi della provincia di Trento (96,5 per cento) o del Molise (94,1), mentre la media complessiva e' stata di poco superiore al 42 per cento'''. Partendo da questi dati, lo sguardo della delegata Anci si e' proiettato verso l'Accordo di Partenariato che, entro la fine di agosto, dovra' fissare le priorita' e modalita' di uso dei fondi Ue nei prossimi sette anni. La delegata Anci nel Comitato delle Regioni ha mostrato fiducia nel dialogo avviato con il sottosegretario Graziano Delrio, augurandosi massima trasparenza nei prossimi passaggi negoziali: ''''Saremmo contenti di interagire politicamente con lui anche sui programmi regionali, per capire come si sta concludendo l'Accordo nelle sue varie declinazioni, in particolare sull'agenda urbana dei Por, sui Pon nazionali ed anche su quello Metro'''.

rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari