lunedì 05 dicembre | 01:35
pubblicato il 30/set/2014 19:08

Fondi Ue: Delrio, nel nuovo accordo il superamento delle criticita'

(ASCA) - Roma, 30 set 2104 - ''La dispersione delle risorse in un numero eccessivo di progetti, la mancanza delle condizionalita' ex ante che mirano a garantire efficacia ed efficienza e infine la scarsa capacita' amministrativa'' sono le criticita' che hanno caratterizzato la gestione dei fondi europei nel nostro Paese. Lo ha affermato, nel corso di un'audizione alla commissione Politiche dell'Unione Europea della Camera, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla Coesione territoriale, Graziano Delrio.

Proprio sul superamento di queste criticita', ha spiegato Delrio, si sono concentrate - si legge in un comunicato di Palazzo Chigi - le trattative con la Commissione e le novita' dell'accordo 2014-2020: ''L'accordo di partenariato sui fondi Ue e' chiuso e richiedera' un paio di settimane prima di essere formalizzato'', ha spiegato.

Sulle novita' introdotte per migliorare l'efficacia della spesa ''abbiamo optato per una maggiore concentrazione delle risorse e la definizione delle priorita' di investimento'' ha detto il Sottosegretario. ''La nostra scelta come governo e' stata di dare particolare attenzione ai temi della ricerca e dell'innovazione del sistema produttivo''.

Per quanto riguarda le condizionalita' ex ante, ora e' prevista una serie di condizioni preliminari da soddisfare.

Un grosso problema dell'Italia e' stata l'assenza di piani strategici settoriali: ''Da questo punto di vista, per evitare improvvisazione e frammentazione, con la nuova programmazione avremo l'obbligo di presentare i piani di azione entro il 2016''. Ma lo strumento di maggiore efficacia sara' l'Agenzia per la Coesione che avra' compito di monitoraggio e di accompagnamento delle amministrazioni beneficiarie.

com/vlm (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari