lunedì 23 gennaio | 14:05
pubblicato il 15/set/2011 17:47

Fli/ Ok Fini a intesa con Pd in Molise, ma ci sono ancora veti

Inviata missione parlamentari per superare resistenze locali

Fli/ Ok Fini a intesa con Pd in Molise, ma ci sono ancora veti

Roma, 15 set. (askanews) - Si tratterebbe certamente di una piccola, ma importante svolta politica. Per la prima volta, almeno esplicitamente, Fli potrebbe schierarsi apertamente con il centrosinistra e un suo candidato, Paolo Frattura, in una tornata elettorale comunque non secondaria come il voto Regionale in Molise. L'indicazione che aprirebbe l'era del 'laboratorio Molise', implicita ma convinta, è arrivata da Gianfranco Fini nel corso dell'ufficio di Presidenza del partito. Il Presidente della Camera, stamane, ha bocciato senza appello l'alleanza con il Pdl Michele Iorio, anche alla luce del quadro politico attuale e delle difficoltà dei pidiellini. Tutti d'accordo sulla linea espressa da tempo da Fabio Granata, superate le resistenze di Italo Bocchino (che nelle scorse settimane sosteneva l'intesa con Iorio), superate anche le perplessità del coordinatore regionale molisano Quintino Pallante, la situazione si è ingarbugliata di fronte alle resistenze del coordinatore provinciale di Isernia Tony Incollingo, prima favorevole a presentare liste civiche terzopoliste ed espressione dei finiani, poi in contrasto con Pallante per la la rappresentanza futurista nel listino del candidato del centrosinistra. Dopo oltre sei ore di riunione (abbandonata comunque in corsa da Fini) si è deciso di 'spedire' una delegazione finiana da Roma in Molise, per sbrogliare la matassa. Alcuni deputati nazionali sono stati inviati in missione per superare l'ostacolo e permettere l'alleanza con il candidato del centrosinistra, abbandonando la cautela che fino a ieri spingeva verso la linea della neutralità. Una scelta resa possibile anche dal pubblico appello di Frattura ai finiani. Un altro dato significativo: in Molise, comunque vada, il Terzo Polo esce spaccato. Indipendentemente dalla scelta dei futuristi, infatti, l'Udc è pronta a sostenere il candidato del Pdl alle presidenza della Regione, mentre l'Api già si è espressa a favore dell'uomo del Pd.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Samsung: incidenti del Galaxy Note 7 causati da batteria
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4