lunedì 23 gennaio | 12:27
pubblicato il 17/mar/2012 19:22

Fli/ Fini sponsor del Polo nazionale:Ma non c'è spazio per Pdl

A Pietrasanta supera Fli e rivendica: Messo fine a berlusconismo

Fli/ Fini sponsor del Polo nazionale:Ma non c'è spazio per Pdl

Pietrasanta, 17 mar. (askanews) - Sarà per convinzione, o magari solo per tattica. Certo è che Gianfranco Fini, chiamato a motivare una platea reduce da diciotto mesi vissuti 'pericolosamente e in perenne altalena politico-emotiva, affronta il nuovo appuntamento di Futuro e libertà a Pietrasanta vestendo i panni del principale sponsor dell'aggregazione candidata a rimpiazzare il Terzo Polo. E, per farlo, fissa un paio di paletti rilevanti: non bisogna aver paura di mescolarsi agli alleati per costruire un nuovo contenitore repubblicano; nel nuovo progetto non c'è spazio per il Pdl. A sera, in una pausa dei lavori, si concede anche una sigaretta, vizio al quale non rinuncia ormai solo in occasione degli appuntamenti che contano. L'occasione in questione è ghiotta, visto che la nascita e l'evoluzione dell'esperienza del governo Monti ha dato ragione a chi puntava ad archiviare il Cavaliere. Fini lo sa e stavolta decide di rivendicare la battaglia ormai alle spalle: "Fli ha chiuso l'era del berlusconismo, è merito nostro". Da qui si parte per costruire il futuro, rileva il Presidente della Camera, da qui bisogna ripartire per edificare una forza che si candida ad essere "centrale" nella neonata "Terza Repubblica". E' la nuova "aggregazione" post terzopolista, i cui contorni Fini inizia a delineare. A Pietrasanta un'anima importante del partito reclama la sopravvivenza di Futuro e libertà, invitando a non commettere gli errori del passato, senza lesinare qualche critica all'alleato centrista. Fini concede qualcosa: Non scioglieremo la struttura del partito. Ma poi rilancia: l'alleanza, il patto o la lista, insomma il Polo nazionale per la Terza Repubblica che nascerà dovrà necessariamente avere "una vocazione maggioritaria". Si apre uno spazio politico, visto che dopo Monti nulla sarà più come prima, per questo occorre rispondere all'antipolitica con un'aggregazione aperta non solo ai partiti, ma anche al mondo dell'associazionismo, del volontariato, a quelle energie positive che possono salvare l'Italia. Senza steccati di partito, né barriere ideologiche.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
In Sicilia i corsi per aspiranti Master of Wine
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4