martedì 17 gennaio | 06:18
pubblicato il 22/feb/2011 21:00

Fli/ Al Senato restano in 6. Scongiurato (per ora) esodo

Riunione tesissima, Baldassarri decisivo: "Ora gruppo Terzo Polo"

Fli/ Al Senato restano in 6. Scongiurato (per ora) esodo

Roma, 22 feb. (askanews) - Riunione fiume. Incontro tesissimo, a tratti politicamente drammatico quello che si è tenuto nel pomeriggio al Senato, terminato solo a sera con una nuova scissione del gruppo di Fli, ma che non ha segnato la frana temuta. Restano in sei - per ora - a portare avanti il progetto finiano a Palazzo Madama. Lasciano invece Viespoli e Saia, il primo indeciso se aderire a Forza Sud, il secondo forte del legame con il pidiellino Andrea Augello. Una frattura nella frattura, quella che si è consumata nelle sale del gruppo futurista del Senato. La svolta si è registrata quando Mario Baldassarri ha deciso di presentare un documento nel quale, da posizioni critiche, invitava gli altri senatori a restare uniti e a non abbandonare Fli. Con lui, oltre ai 'finianissimi' Valditara e Germontani, anche Digilio, De Angelis e Contini. La riunione si 'incastra', la tensione aumenta. Alla fine la riunione si scioglie male, i senatori contrari alla scissione si riuniscono nello studio di Baldassarri. Viespoli mette nero su bianco una nota nella quale c'è la "presa d'atto del venir meno sul piano politico del gruppo Fli al Senato", ma anche la certificazione delle "posizioni divergenti" emerse "rispetto alle prospettive politiche". Il gruppo finiano, di fatto, non esiste più. I futuristi restano infatti in sei. Ma di certo, almeno per il momento, il partito evita quello che solo stamane si annunciava come un 'esodo biblico', con il quasi completo svuotamento del gruppo. Stamane Viespoli e Saia avevano comunicato ai vertici futuristi l'intenzione di lasciare il gruppo. Riferiscono da Fli che un ultimo, asfissiante pressing su Baldassarri avrebbe permesso di far rientrare le defezioni del presidente della commissione Finanze e di altri tre senatori. A sera i sei senatori ribadiscono la loro permanenza, ribadiscono il proprio no a qualsiasi "ammucchiata a sinistra" e spingono per un nuovo gruppo parlamentare del Terzo Polo. Ieri era circolata l'indiscrezione di un'offerta di Gianfranco Fini a Beppe Pisanu per guidare un nuovo gruppo con Fli e Api.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello