martedì 06 dicembre | 13:18
pubblicato il 10/mar/2014 08:48

Fisco: Zaia, EquiVeneto al posto di EquItalia, e con addetti nostri

Fisco: Zaia, EquiVeneto al posto di EquItalia, e con addetti nostri

(ASCA) - Venezia, 10 mar 2014 - ''Vogliamo costituire Equiveneto, in alternativa all'Agenzia delle entrate, ma con dipendenti scelti dalla Regione, non con quelli provenienti dalla stessa Agenzia''. Lo ribadisce Luca Zaia, presidente della Regione, a commento di alcune vicende che hanno visto Equitalia raggiungere con ammende ritenute ''incomprensibili'' alcuni piccoli imprenditori del Veneto. ''Manca il buon senso, in questo Paese, come dimostrano le vicende dei 300 mila euro di ammenda dell'Agenzia delle entrate al titolare dell'Osteria senza oste o all'imprenditore che aveva, 9 anni fa, 15 mila galline ovaiole e che poi ha chiuso l'azienda, e che ciononostante si trova a dover pagare sempre all'Agenzia poco meno di 4 milioni di euro''. In particolare la vicenda dell'Osteria senza oste e' ''da un lato kafkiana, dall'altro lato ridicola'', sostiene Zaia, ''nel senso che sono convinto che i problemi in Italia siano altri e non quelli di andare a rincorrere il titolare di una casa vecchia in collina che la mette a disposizione degli avventori: senza oste, senza controlli e quindi basata sull'onesta'. Direi che se si va avanti di questo passo ci mancano solo da multare i genitori che danno la paghetta settimanale ai propri figli''. Per il governatore, a questo punto, non ci sono dubbi: ''l'indipendenza e l'autonomia sono l'ultima nostra difesa''. ''E' per questo - sottolinea il presidente - che noi siamo pronti a portare a casa l'Agenzia delle entrate per farcela, pero', tutta in Veneto. Siccome c'e' gia' la possibilita' di farlo, io ho detto finora di no perche' non voglio i dipendenti che ci sono gia'. E pretendo che le regole siano fissate da noi veneti. Io, cioe', non voglio fare l'esattore per conto di Roma''. Quindi, riassume Zaia, ''Equiveneto'' con le regole stabilite dai veneti. ''Dopo 100 suicidi di imprenditori in difficolta', non possiamo disquisire su come pagare la multa, se e' meglio o no rateizzare. Invito la procura di aprire un fascicolo sulla vicenda della denuncia fatta da De Stefani, il titolare dell'Osteria senza oste, ancora tre anni fa. E questo per far chiarezza fino in fondo'', conclude. fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Governo
Mattarella congela Renzi e attende Pd, crisi dopo la manovra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Mantegna contro Margherita: la pizza cambia nome e si veste d'arte
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Ricerca, scoperta una pianta erbacea che va in letargo per stress
Scienza e Innovazione
Pakistan, sta morendo avvelenato il più grande lago del paese
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni