lunedì 05 dicembre | 00:18
pubblicato il 12/giu/2011 05:14

Fisco/ Tremonti divide Lega, Berlusconi cerca sponda per piegarlo

Voci su telefonata premier-Maroni. Pdl teme asse Tesoro-Colle

Fisco/ Tremonti divide Lega, Berlusconi cerca sponda per piegarlo

Roma, 12 giu. (askanews) - Con la mente rivolta alla due giorni referendaria, con lo sguardo a Santa Margherita ligure e alla nuova, decisa frenata sulla riforma fiscale operata da Giulio Tremonti. Due giorni dopo l'annuncio sull'ineluttabilità dell'intervento sul fisco, Silvio Berlusconi ha accolto nel buen retiro sardo di villa Certosa la decisa presa di posizione del suo ministro dell'Economia sul fisco. Quel richiamo alla prudenza, quell'insistere su una crisi che ancora morde, quell'indicare la stabilità dei conti come l'obbligato confine per qualsiasi riforma, tutto cozza con l'impostazione che il Cavaliere vorrebbe dare alla rivoluzione fiscale che servirebbe a rivitalizzare l'immagine appannata del governo. Il silenzio sulla tornata referendaria è imposto dalla legge, anche se in Sardegna come in via dell'Umiltà già si ragiona sulle eventuali contromosse nel caso in cui i referendari riuscissero a tagliare il traguardo del quorum. E però di tasse Berlusconi può parlare, al pari del ministro dell'Interno Roberto Maroni, tanto che fonti dell'esecutivo ipotizzano un contatto telefonico tra il Cavaliere e il responsabile del Viminale. Di certo c'è che il ministro dell'Interno ha scelto ieri di replicare al titolare di via XX settembre senza girare intorno al problema, chiedendo una svolta ispirata al coraggio più che alla prudenza di stampo tremontiana. Ancora più esplicito il passaggio di Maroni sul futuro della legislatura, visto che il ministro sembra spronare l'esecutivo invitando a mettere da parte ogni tentennamento: "Per i governi e le maggioranze è devastante tirare a campare. C'è la maggioranza? Lo vedremo il 22 giugno, quando il presidente Berlusconi andrà a riferire alla Camera". Proprio sulla frattura interna alla Lega Berlusconi - riferiscono le stesse fonti - ha deciso di puntare per risolvere la partita fiscale. Nel Pdl si osservano con attenzione i movimenti interni al Carroccio, in particolare scelte e prese di posizione di due big del calibro di Maroni e Roberto Calderoli (quest'ultimo in particolare molto legato al ministro dell'Economia). In attesa del verbo bossiano, fino a oggi decisivo per orientare la rotta leghista, il Cavaliere punta dunque sul gioco di sponda con quella parte del partito padano più distante da Tremonti per imporre una riforma considerata ormai vitale per le sorti del governo. Molto dipenderà da quale atteggiamento sceglierà il senatùr, soprattutto in occasione della decisiva tappa di Pontida. Il braccio di ferro sul fisco nella maggioranza, insomma, non sembra avere fine. Alcuni ministri pidiellini non nascondono dietro anonimato il risentimento nei confronti del titolare dell'Economia, ma concordano su un punto: difficilmente si verificherà uno strappo simile a quello della legislatura 2001-2006. Tremonti, ricorda un ministro dell'esecutivo del Cavaliere, "ha coltivato importanti relazioni internazionali e nel mondo dell'economia, senza contare il suo rapporto strettissimo con il Quirinale, non finirà come nel 2004". A meno che, concludono non senza preoccupazione, Berlusconi non decida di condurre fino in fondo la battaglia fiscale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari