martedì 06 dicembre | 11:12
pubblicato il 13/gen/2014 16:54

Fisco: Fassino scrive a senatori, ai Comuni manca un mld

(ASCA) - Roma, 13 gen - Il presidente dell'Anci Piero Fassino ha scritto una lettera indirizzata ai capigruppo del Senato e a tutti i senatori chiedendo loro di ''attivarsi'' affinche', nella norma correttiva che prevede la possibilita' di innalzare le aliquote Tasi e Imu di un massino dello 0,8 per mille, ''si individuino le risorse da assegnare ai Comuni'' come compensazione rispetto ai minori introiti che deriverebbero dall'applicazione del nuovo regime sull'imposizione immobiliare.

Ripercorrendo le tappe della vicenda, Fassino ricorda che il regime delineato nella Legge di Stabilita' ''non garantira' ai Comuni di poter beneficiare delle medesime risorse di cui hanno disposto nel 2013''.

Al momento, ribadisce il presidente dell'Anci, il confronto con l'esecutivo ha portato a garantire la copertura finanziaria delle detrazioni applicate nel 2013, ''attraverso la possibilita' di prevedere l'innalzamento delle aliquote Tasi ed Imu sino al massimo di un totale dello 0,8 per mille''. Ma, prosegue Fassino, ''rimane ancora del tutto irrisolta la questione principale'', relativa alla riduzione delle risorse su cui i Comuni potranno contare nel 2014, visto il minore gettito. Si tratta di ''piu' di un miliardo'', dice Fassino.

Da qui la richiesta ai senatori di attivarsi urgentemente, in vista della scadenza per la presentazione dei bilanci preventivi del prossimo mese di febbraio, ''per trovare una soluzione normativa che, senza gravare sui contribuenti, preveda a favore dei Comuni la compensazione finanziaria indicata, anche nella prospettiva auspicata di attribuire tutta l'imposizione fiscale sugli immobili ai Comuni, eliminando la coabitazione con lo Stato sugli immobili produttivi che nel corso del 2013, primo anno di applicazione, ha evidenziato problematiche rilevanti''. E questo anche per evitare il prospettarsi di ''un nuovo taglio alle entrate comunali, che sarebbe in contraddizione con quanto promesso dal governo e con le prese di posizione delle forze politiche in Parlamento''.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Ecco la gastro-diplomazia: mangiare bene aiuta a conquistare mondo
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari