venerdì 20 gennaio | 15:09
pubblicato il 07/apr/2014 12:36

Fisco: Confedilizia, aula Camera introduca trasparenza in dl su Tasi

Fisco: Confedilizia, aula Camera introduca trasparenza in dl su Tasi

(ASCA) - Roma, 7 apr 2014 - In merito al decreto-legge sulla finanza locale l'aula della Camera introduca le regole di trasparenza che le commissioni e il governo hanno bocciato.

Lo chiede in una nota il presidente di Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani, precisando che dall'aumento delineato della Tasi i comuni possono ottenere un maggiore gettito di entrate pari a tre miliardi di euro. ''Il decreto-legge in materia di finanza locale di cui l'Aula della Camera inizia oggi l'esame ha fatto registrare in Commissione un episodio che la dice lunga sui reali contorni dell'aumento dello 0,8 per mille della Tasi previsto dal provvedimento'', premette Sforza Fogliani. ''E' stato infatti - prosegue - inopinatamente bocciato, con l'accordo del governo, un emendamento, a firma del presidente della commissione Finanze, Capezzone, che mirava ad introdurre elementari regole di trasparenza e di civilta' giuridica consistenti nell'imporre ai comuni di allegare al bilancio, e rendere disponibile ai cittadini attraverso la pubblicazione su Internet, un prospetto che dimostrasse e documentasse quanto prevede lo stesso decreto e, cioe', che l'aumento dello 0,8 per mille della Tasi venga effettivamente e integralmente destinato a finanziare detrazioni per lo stesso tributo''. Nella lettura del presidente di Confedilizia ''che il Governo esprima parere contrario su un emendamento che fissa le modalita' per rendere verificabile un vincolo previsto dallo stesso provvedimento governativo, autorizza a pensare che i comuni abbiano preteso e ottenuto di avere carta bianca per l'ennesimo, indiscriminato aumento di tassazione a carico della proprieta' immobiliare''. Aumento che ''secondo il Servizio studi della Camera - sottolinea Sforza Fogliani - e' tale da determinare un ulteriore gettito, rispetto a quanto aveva previsto la legge di stabilita', di oltre tre miliardi di euro. Se la promessa fatta ai comuni e' questa, che ci si risparmi almeno l'ipocrisia di prevedere a parole una compensazione che non vi sara' mai fra aumento di aliquota e introduzione di detrazioni'', conclude il numero uno di Confedilizia.

red-stt/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Terremoti
Gentiloni a Chigi, pre-Consiglio ministri su emergenze sisma-neve
Terremoto
M5s cancella mobilitazione giorno decisione Consulta su Italicum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
Delrio: "Proporrò sconti sugli abbonamenti del trasporto locale"