mercoledì 22 febbraio | 08:17
pubblicato il 25/giu/2013 10:36

Fisco: Agenzia Entrate, dati Sid verranno eliminati dopo 5 anni

(ASCA) - Roma, 25 giu- ''Il Sid comporta un colloquio tra sistema senza alcun intervento umano. Solo dopo l'estrazione automatica il funzionario fara' un controllo sui contribuenti a rischio evasione'', cosi' Antonella Gorret dell'Agenzie delle entrate spiega agli ascoltatori di Prima di tutto, su Rai radio 1, il funzionamento del nuovo sistema per la trasmissione dei dati dei conti correnti bancari dei contribuenti all'Angenzia delle Entrate. ''Non c'e' alcun rischio per la privacy - assicura Gorret - poche persone avranno accesso ai dati selezionati con password che cambiano spesso, e tutto verra' tracciato per controllare chi e' antrato nel sistema. I dati poi non rimarranno nel server dell'Agenzia delle Entrate per sempre, ma solo 5 anni, poi verranno eliminati''. I primi controlli arriveranno dopo il 31 ottobre di quest'anno, data entro la quale le banche dovranno conferire all'Agenzia i dati relativi al 2011.

''L'obiettivo di recupero, secondo la relazione tecnica, e' di 800 milioni''. com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia