lunedì 27 febbraio | 10:49
pubblicato il 19/nov/2014 17:31

Finocchiaro: Italicum, serve una norma transitoria su Senato

"Punto di rilievo, dobbiamo ragionarci"

Finocchiaro: Italicum, serve una norma transitoria su Senato

Roma, 19 nov. (askanews) - Anna Finocchiaro, presidente della commissione Affari costituzionali del Senato e relatrice del ddl Italicum sulla riforma elettorale, non esclude il ricorso a una "clausola di salvaguardia" per il provvedimento, che nel testo licenziato in prima lettura a Montecitorio riguarda solo il sistema di elezione della Camera.

La questione è stata sollevata oggi in termini molto netti dall'ex presidente della Corte costituzionale Gaetano Silvestri, secondo il quale non si potrebbe promulgare una legge elettorale solo per la Camera prima che sia eventualmente concluso il percorso della riforma costituzionale che istituisce l'elezione indiretta del Senato. "Ci vuole una disciplina transitoria, adesso vediamo", ha commentato Finocchiaro, interpellata dai cronisti.

"E' un punto di rilievo, dobbiamo ragionarci su", ha concluso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech