domenica 04 dicembre | 17:10
pubblicato il 19/lug/2011 12:32

Fini: Via dai partiti le figure sospette

Diritto a sapere non va in prescrizione

Fini: Via dai partiti le figure sospette

Palermo, 19 lug. (askanews) - Intervenuto al Palazzo di Giustizia di Palermo per ricordare il giudice Paolo Borsellino, ucciso il 19 luglio 1992, il presidente della Camera Gianfranco Fini ha ricordato l'importanza della memoria, e come essa debba "infondere coraggio". Durante la cerimonia, organizzata dall'Anm, Fini ha sottolineato la necessità di perseguire la verità, "perché il diritto a sapere non è qualcosa che può andare in prescrizione". Per farlo, ha proseguito Fini, occorrerebbe "eliminare dai partiti le figure sospette, in virtù del principio di opportunità politica e di etica pubblica".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari