lunedì 27 febbraio | 11:29
pubblicato il 13/feb/2011 14:16

Fini sfida Berlusconi: Dimettiamoci insieme, poi voto

Ma tanto non accetterà, ha bisogno di restare a Chigi

Fini sfida Berlusconi: Dimettiamoci insieme, poi voto

Rho (Milano), 13 feb. (askanews) - "Io non ho alcuna difficolta' ad affrontare la questione del mio ruolo di presidente della Camera. Qui non si tratta di dire 'dimettiti io, dimettiti tu'. Faremmo entrambi una splendida figura: ci si dimette entrambi per consentire poi agli italiani di esprimersi attraverso il voto. Sono pronto domani mattina se Berlusconi prende atto della mia proposta. Sono sicuro che a Berlusconi non gli passera' neanche per l'anticamera del cervello di dimettersi". Lo ha detto il Presidente della Camera Gianfranco Fini, dicendosi però convinto che il premier non accetterà perché ha necessità di restare a Palazzo Chigi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech