martedì 06 dicembre | 17:52
pubblicato il 13/feb/2011 14:16

Fini sfida Berlusconi: Dimettiamoci insieme, poi voto

Ma tanto non accetterà, ha bisogno di restare a Chigi

Fini sfida Berlusconi: Dimettiamoci insieme, poi voto

Rho (Milano), 13 feb. (askanews) - "Io non ho alcuna difficolta' ad affrontare la questione del mio ruolo di presidente della Camera. Qui non si tratta di dire 'dimettiti io, dimettiti tu'. Faremmo entrambi una splendida figura: ci si dimette entrambi per consentire poi agli italiani di esprimersi attraverso il voto. Sono pronto domani mattina se Berlusconi prende atto della mia proposta. Sono sicuro che a Berlusconi non gli passera' neanche per l'anticamera del cervello di dimettersi". Lo ha detto il Presidente della Camera Gianfranco Fini, dicendosi però convinto che il premier non accetterà perché ha necessità di restare a Palazzo Chigi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Touchscreen e realtà aumentata: a Milano il supermarket del futuro
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni